TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Attilio De Marco commenta il Bilancio

«Manca il dialogo»

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 07/06/05

 

L'astensione dell'Udeur sul bilancio preventivo? Per Attilio De Marco è «la logica conseguenza dell'atteggiamento della giunta, che chiude la discussione non solo alle forze di opposizione, ma anche a quelle di maggioranza». L'ultimo consiglio comunale continua a far discutere non solo per gli emendamenti dell'opposizione, tutti bocciati dalla maggioranza, ma anche per l'astensione del capogruppo dell'Udeur Amedeo Sabato, che si è «smarcato» dall'importante documento contabile, lamentando una carenza di partecipazione e di condivisione. Sono stati cinque gli emendamenti che portavano la firma del consigliere di 20 di Libertà nell'ultimo Consiglio: le proposte di De Marco puntavano a potenziare l'illuminazione di via Pimenthel, spostare un'unità di personale dall'ufficio tecnico a quello della polizia municipale, operare una mappatura dell'amianto, del gas radon e delle onde elettromagnetiche in città attraverso moderni strumenti di rilevazione, arginare lo stato di degrado di Palazzo D'Elia e, infine, acquistare un computer per i lavori delle commissioni consiliari. «Le risposte erano sempre uguali, ovvero che le proposte dell'opposizione erano sempre in qualche modo previste nel bilancio. Ma così non è - attacca De Marco - basti citare un caso per tutti, ovvero il capitolo relativo alle case Iacp, come via Pimenthel. Un capitolo teorico, che sta in bilancio da sempre, senza però che ci siano mai stati interventi sulla pubblica illuminazione». In definitiva il consigliere di 20 di Libertà definisce «criticabile l'arroccamento delle forze di maggioranza in un atteggiamento di chiusura su un bilancio partecipato solo di nome ma non di fatto», e a questo atteggiamento fa anche risalire l'astensione di Sabato. «E' fisiologico - dice De Marco - che ci siano fibrillazioni nella maggioranza quando lo stile di governo non prevede partecipazione delle forze politiche né sul bilancio né su altri temi. Succede oggi con l'Udeur, è successo ieri con le "sfilacciature" nella maggioranza che non permisero di approvare il piano regolatore generale».