TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Piazza Diaz: a lavori ultimati Giovanni Coletta chiede le dimissioni del sindaco e della giunta comunale
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 08/09/2005

  

 

“In piazza Diaz facciamo tre file di parcheggi per coprire lo scempio fatto sull’antico basolato”. La provocazione è dell’ex vice sindaco, Giovanni Coletta, per contestare per l’ennesima volta i lavori di ristrutturazione effettuati sul luogo centrale della città. Con una nota, il dirigente dell’associazione politico-culturale “Azione Democratica” si inserisce nel dibattito politico relativo alla futura destinazione della piazza appena risistemata, suggerendo “una timida soluzione”, che ha tutto il sapore della provocazione.

“Ci sembrerebbe opportuno ripristinare il traffico nella piazza – scrive infatti Coletta – estendendolo a tutte e due i sensi di marcia e di consentire la sosta non solo ai lati della piazza, ma anche nella parte centrale. In questo modo, per il caos che si creerebbe – prevede l’esponente politico – i cittadini e gli improbabili turisti sarebbero distratti ed eviterebbero di posare gli occhi a terra e rimanere inorriditi dallo scempio operato all’antico e bellissimo ex basolato”.

Come ultima considerazione, l’esponente di “Azione Democratica” chiede le dimissioni del sindaco, Remigio Venuti, e dell’intera giunta municipale.

Per Coletta, infatti, sarebbe auspicabile che “gli amministratori prendessero coscienza dei danni che stanno procurando alla città e si dimettessero, in modo che Casarano sia liberata da questi nuovi barbari. Siamo coscienti – conclude l’ex dirigente dei Ds – che questa nostra richiesta è una vana speranza, gli amministratori sono decisi a portare fino in fondo la loro missione di distruzione della città”. Intanto, sindaco e mezza giunta, insieme a diversi consiglieri comunali di maggioranza ed opposizione, partano questo pomeriggio per la Grecia, per attuare il gemellaggio con il comune greco di Echedoros. Solo al ritorno da questo viaggio, l’amministrazione comunale prenderà una decisione sulla destinazione di piazza Diaz.