TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Francesca Fersino (F.I.) critica l'amministrazione comunale assente ieri in un incontro avutosi presso la Provincia per tutelare il settore del TAC
Di Mauro Stefano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 19/10/2005

  

 

“Mentre in Provincia si discute di crisi del settore calzaturiero,  l’amministrazione comunale di Casarano resta colpevolmente assente”. Il posto vuoto lasciato sul tavolo di concertazione relativo alla crisi del calzaturificio Adelchi svoltosi ieri a Lecce non è certo passato inosservato, come prontamente segnalato da Francesca Fersino, coordinatrice del circolo cittadino di Forza Italia. L’assenza, tra l’altro, rischia ora di trasformarsi in un incidente diplomatico non da poco. “All’importante incontro convocato dalla Provincia, dalle organizzazioni sindacali e dalla stessa azienda, non era presente né il sindaco Remigio Venuti né tanto meno un suo delegato, segno evidente della scarsa attenzione che per la nostra amministrazione comunale riveste il problema della perdita del posto di lavoro per centinaia di operai, molti dei quali di Casarano ” afferma senza mezzi termini la signora Fersino. Che l’incidente diplomatico sia in agguato lo si comprende dalla dichiarazione dello stesso primo cittadino il quale si dice “totalmente all’oscuro dell’incontro” e, tra l’altro “amareggiato per non aver potuto presenziare in considerazione dell’importanza del tema in discussione ed in coerenza con il ruolo che, non certo da oggi, l’amministrazione comunale di Casarano, anche quale comune guida di Area Sistema e leader del Pit 9, sta svolgendo nel tentativo di arginare la crisi in atto e porre le basi per un rilancio del settore”. La responsabile cittadina del maggior partito di opposizione in città critica, inoltre, anche il ruolo svolto dal Comune nell’ambito del progetto Piano Integrato Territoriale n.9 il cui accordo quadro è stato sottoscritto lo scorso giugno a Bari. “Finora, a fronte di circa 420mila euro spesi per consulenze varie, nessun risultato concreto si è potuto registrare per il territorio” afferma ancora la Fersino. Circa l’assenza del Comune di Casarano all’incontro di ieri, l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro, Mario Pendinelli, precisa la natura dell’iniziativa ed il ruolo del Comune in tale sede. “Non si è trattato di un incontro istituzionale quanto, piuttosto, di una vera e propria vertenza, come se ne svolgono praticamente ogni giorno in Provincia, alla quale non era invitato il Comune di Casarano in quanto tale ma in quanto comune capofila del Pit 9”. Il dubbio sulla mancata presenza, o convocazione, del Comune di Casarano rimane.