TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

L'Arena Moderna, la vecchia sede delle Poste e il cinema Araldo in cima ai desideri degli amministratori

Trattative in corso per un immobile da destinare alle auto

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 10/02/05

 

Carenza di parcheggi? Il Comune tratta per acquistare l'ex «Arena Moderna», il vecchio edificio delle Poste o il Cinema Araldo. Per ora si tratta solo di indiscrezioni ma le conferme, sia pur coperte dal più rigorose anonimato, non mancano. La questione sta tornando di attualità con il dibattito su piazza Diaz: aperta al traffico ma senza possibilità di parcheggio (come vogliono alcuni commercianti) oppure trasformata in isola pedonale (come sarebbe intenzione dell'amministrazione comunale), di sicuro i parcheggi situati nel cuore della città non saranno ripristinati, una volta che il restauro del basolato sarà terminato. Rimane quindi il problema di dove troveranno posto le automobili di cittadini, utenti degli uffici e clienti dei negozi. Per far fronte a queste necessità l'amministrazione comunale intende acquistare un edificio centrale della città per convertirlo in parcheggio pubblico, forse abbinandolo ad altri servizi. Le possibilità sarebbero quindi tre: l'ex «Arena Moderna», situata in via Padova accanto alla Casa dell'Atleta, il centralissimo ex Cinema Araldo di piazza San Domenico e la vecchia sede delle Poste, sul corso XX Settembre. Tutti edifici ad uso pubblico ormai in disuso, per i quali l'amministrazione starebbe meditando o l'acquisto o una soluzione intermedia (una società mista pubblico-privata); la priorità sarebbe la costruzione di un parcheggio pubblico che dia una boccata d'ossigeno alla congestionata viabilità cittadina. Poche notizie trapelano nel riserbo di Palazzo dei Domenicani, ma si sa di certo che poco dopo l'insediamento della giunta ci sarebbero stati dei contatti tra il Comune e l'amministrazione delle Poste; positivo quel primo contatto (l'amministrazione delle Poste preferirebbe cedere l'immobile ad un ente pubblico, piuttosto che ad un privato cittadino), dopo di che sulla vicenda è sceso il silenzio. Adesso che si avvicina il momento di decidere della sorte di piazza Diaz (e anche dei numerosi parcheggi ospitati dalla piazza prima dell'inizio dei lavori), la questione è tornata di attualità. Il riserbo degli amministratori si fa impenetrabile quando si parla di cifre, ma è noto che l'ex «Arena Moderna» costerebbe all'incirca 400.000 euro, mentre l'ex cinema Araldo avrebbe un costo decisamente superiore. Il Comune, comunque, farebbe sul serio: Palazzo dei Domenicani si sarebbe già visto sfuggire l'acquisto del Consorzio Agrario di via Matino (acquistato da una nota impresa di distribuzione alimentare) e non vorrebbe lasciarsi scappare più nessuna occasione