TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

La protesta dei lavoratori in mobilità

Pagamenti in ritardo Ria «interroga» il ministro

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 09/02/05

 

Approda sul tavolo del ministro del Welfare il ritardo nei pagamenti della mobilità, su iniziativa del deputato dell'Ulivo Lorenzo Ria. Lunedì la protesta dei lavoratori nei confronti dell'Inps: a causa delle procedure interne e delle rigide regole nei pagamenti imposti dalla direzione centrale, ai lavoratori licenziati che beneficiano dell'assegno di mobilità non erano state liquidate le mensilità di dicembre e gennaio. Da qui la protesta e le rassicurazioni del direttore dell'agenzia di Casarano, Vittorio Liguori, il quale ha garantito lo sblocco dei pagamenti tra l'11 e il 20 del mese. Oggi l'interrogazione urgente di Ria, deputato del collegio, a Roberto Maroni, ministro del Lavoro e delle Politiche sociali. Il parlamentare descrive la crisi del Tac nell'area di Casarano che «ha prodotto vaste e diffuse crisi aziendali e causato la mobilità di migliaia di lavoratori». Sono infatti 2.250 i lavoratori che beneficiano della mobilità nella sola area di competenza dell'Inps di Casarano. «Una realtà sociale sino a ieri florida e in espansione vive ora l'estremo disagio della povertà e della crisi di prospettiva» sottolinea Ria, che stigmatizza i ritardi di questi giorni nei pagamenti. «Chiedo di conoscere le ragioni di tale ritardo - scrive al ministro - i tempi entro cui saranno liquidate le indennità dovute ai lavoratori in mobilità e i provvedimenti che ha assunto o che intende assumere L'Inps per evitare che, in futuro, ritardi di questo genere si ripetano».