TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Accolto da tutti i partiti l'emendamento del capogruppo diessino Flavio Fasano
La Provincia pronta ad aiutare il Tac

Già stanziati i primi 25mila euro per tessile, abbigliamento e calzaturiero

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 05/01/05

 

 

La Provincia metterà i suoi fondi a disposizione dell'emergenza Tac, così come richiesto dal capogruppo Ds a Palazzo dei Celestini, Flavio Fasano. Un emendamento è stato presentato ieri per istituire un apposito capitolo nel bilancio dell'ente provinciale a sostegno delle aziende del tessile-abbigliamento-calzaturiero. L'emendamento sarà sicuramente approvato (la Provincia delibererà il proprio bilancio il 10 gennaio), dal momento che reca le firme di tutti i capigruppo del centrosinistra: primo firmatario è Flavio Fasano per i Ds, seguito da Claudio Casciaro (Margherita), Maria Antonietta Capone (Pdci), Fernando Pedaci (Lista Pellegrino), Donato Margarito (Rifondazione), Carlo Madaro (Italia dei Valori), Vittorio Potì (Unità Socialista), Luigi Calò (Sdi), Gianni Sergi (Verdi) e Aurelio Gianfreda (Udeur). Ma cosa prevede, nella sostanza, l'emendamento? Per ora viene semplicemente rinominato un capitolo di bilancio: 25.000 euro, prima destinati in maniera generica agli «strumenti innovativi per le imprese salentine», verranno riferiti specificamente alle aziende del Tac. Il testo dell'emendamento, però, prevede anche che nel fondo andrà a finire una parte dell'avanzo di amministrazione della Provincia. L'obiettivo dichiarato è di rendere concreta la proposta avanzata da Fasano nel consiglio provinciale monotematico svoltosi a dicembre a Casarano e ribadita nell'iniziativa della Quercia svoltasi il 29 dello stesso mese sempre in città. Si tratta di una Agenzia della Moda che stimoli il tessuto produttivo, incentivi le innovazioni delle aziende e faccia crescere giovani talenti locali nel campo dello stile. Nell'assemblea dei Ds, il sindaco Remigio Venuti propose anche un'agenzia dell'internazionalizzazione, mentre il presidente Giovanni Pellegrino parlò di fondi per la riconversione delle imprese dal Tac ad altri settori. Secondo l'emendamento, comunque, i soldi del nuovo capitolo di bilancio saranno impiegati «non escludendo la costituzione di società miste», quale appunto dovrebbe essere l'Agenzia della Moda, che vedrebbe la partecipazione di altri enti pubblici e privati, come la Camera di Commercio, l'Università di Lecce e le parti sociali