TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

La «questione rosa» provoca malumori

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 25/01/05

 

 

«Questione rosa», continua la polemica: la Commissione affari istituzionali si è riunita ieri mattina per discutere l'istituzione della Consulta per le pari opportunità, annunciata dalla delegata al settore, Antonella Barlabà, ma proposta anche da diverse forze di opposizione. L'unità d'intenti, però, è solo apparente: nel mirino della minoranza finisce il metodo per costituire la consulta. «La nostra intenzione - spiega la Barlabà - è quella di allargare il raggio d'azione delle pari opportunità, non limitandolo soltanto alla parità tra uomo e donna. Le discriminazioni legate a disabilità, età, razza o religione sono punti delicati su cui la consulta potrebbe intervenire». Per la costituzione, il Comune consulterà preventivamente le associazioni, le parrocchie, le forze economiche e sindacali, «dopo di che - assicura la consigliera - ci sarà un bando pubblico». In disaccordo su questo percorso la consigliera di opposizione Leda Schirinzi. «Le pari opportunità tra uomo e donna - dice l'ex candidata sindaco - risultano così relegate ad un gruppo di lavoro della consulta: le forze si disperderanno in tanti rivoli, scolorendo così l'intento originario, con un iter tortuoso che rischia di non farci approdare a nulla». Sulla questione interviene anche Azione Democratica, associazione politica di opposizione a forte presenza femminile. «Su questa battaglia non ci fermeremo - dice la portavoce dell'associazione Marcella Borgia - rimaniamo perplessi di fronte alla sostanziale insensibilità, manifestata anche durante l'ultimo Consiglio, da parte di una maggioranza di centrosinistra che dovrebbe per storia e cultura dimostrare attenzione per tali tematiche». Proprio ieri l'associazione ha protocollato, spiega la Borgia, «un'ennesima richiesta, dopo che tutte le altre erano state ignorate: questa volta abbiamo allegato la documentazione legislativa, una proposta di regolamento per la consulta e un'ipotesi di bando pubblico per la sua costituzione».