TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Una fitta agenda di appuntamenti per la Margherita. Dal 7 incontri con imprenditori e forze sociali

«Uniti contro la crisi del Tac»

di Alberto Nutricati dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 02/01/05

 

 

copy_3_gadget_mini.jpgSi fa sempre più forte l'esigenza da parte delle forze politiche di un rapporto diretto con i cittadini. Con questo spirito sono stati avviati, ieri, gli incontri previsti dai dirigenti e dagli amministratori della Margherita di Casarano, volti ad un confronto diretto con le diverse componenti sociali. Dopo un momento di festa, tra i soci del Centro anziani ed i bambini delle scuole elementari, durante il quale non poteva mancare la classica tombolata natalizia, la Margherita passa ad una fase di recepimento delle istanze provenienti dai cittadini. A partire dal 7 gennaio, infatti, la Margherita incontrerà imprenditori ed operatori del Tac per cercare di delineare in modo più analitico, cogliendoli dalla voce dei diretti interessati, gli elementi della grave crisi che attanaglia il settore. L'incontro con gli operatori sanitari operanti nelle diverse strutture cittadine, invece, è fissato per la fine di gennaio, quando saranno interpellati, in prima battuta, gli operatori dell'ospedale «Ferrari», per cercare di fare il punto sulla situazione del distretto sanitario, individuando delle soluzioni concrete a problemi quali le lunghe liste di attesa. «Il ruolo che la Margherita vuole svolgere nella comunità - spiega Claudio Casciaro, presidente del circolo della Margherita - è quello di ascoltare i diversi problemi della comunità e di promuovere un'attenzione forte dell'amministrazione comunale e provinciale verso le numerose emergenze del territorio, da quelle sanitarie a quelle occupazionali, da quelle economiche alle tante solitudini che angosciano frange consistenti di popolazione». «Crediamo fortemente - conclude Casciaro - nel ruolo propulsivo ed attivo che i partiti, insieme ad associazioni, parrocchie, forze economiche e sociali, sono chiamati a ricoprire».