TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

Prg: il sindaco ha chiesto di inserirlo nel prossimo consiglio comunale
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 26/10/2005

  

 

Il sindaco, Remigio Venuti, rompe gli indugi e mette alla prova la maggioranza che lo sostiene sull’argomento più importante del suo programma politico: il Piano Regolatore Generale. Nei giorni scorsi, infatti, il primo cittadino ha inoltrato al presidente del Consiglio Comunale, Paolo Zompì, richiesta formale di convocazione dell’assemblea cittadina per discutere l’importante atto amministrativo. Il prsidente Zompì, secondo lo Statuto comunale, ha tempo fino al 4 novembre per stabilire la data della seduta consiliare. E’ molto probabile che il Prg ritornerà in Consiglio Comunale entro la prima metà del mese prossimo, riprendendo un percorso tortuoso e che ha creato non pochi problemi alla maggioranza di centro-sinistra.

La decisione di Venuti arriva dopo 21 mesi di stallo sull’argomento a causa dei veti incrociati all’interno della maggioranza di centro-sinistra. Se il Piano ritorna come argomento di discussone nell’assise municipale, la situazione dovrebbe essere migliorata rispetto al 4 febbraio 2004 quando il Consiglio Comunale si occupò per l’ultima volta del Prg. In quell’occasione, grazie anche alle assenze nelle file della maggioranza, l’opposizione, uscendo dall’aula consiliare e facendo mancare il numero legale, riuscì ad invalidare la seduta che doveva deliberare le controdeduzioni dei cittadini al Piano, ultimo atto prima dell’invio del Prg alla Regione per la definitiva approvazione.

Un segnale di disponibilità a votare definitivamente il Prg è uscito dal vertice di maggioranza – a cui hanno partecipato sindaco, assessori, i gruppi consiliari e i segretari di Margherita, Ds e Udeur – che si è tenuto venerdì scorso. Alla fine del vertice le posizioni sembravano orientate ad approvare una volta per sempre le ultime 244 osservazioni dei cittadini (39 sono state già approvate), secondo la proposta avanzata dai diessini. La Quercia, infatti, per accorciare al massimo i tempi, ha proposto di votare con un’unica deliberazione le 244 osservazioni, abbandonando la discussione singola che potrebbe dare alle minoranze l’occasione di bloccare nuovamente l’iter.

Rimane qualche dubbio, però, sulle decisioni che prenderanno lo stesso presidente Zompì, che nella passata Consiliatura fu tra i più fervidi sostenitori della discussione singola delle controdeduzioni, e alcuni singoli consiglieri comunali di maggioranza che in più occasioni hanno sollevato riserve sull’attuale stesura del Piano. Il Prg, redatto dallo studio Secchi-Viganò di Milano, è stato approvato dal Consiglio Comunale il 29 settembre 2000, ma per l’invio alla regione era prima necessario dare risposte alle osservazioni dei cittadini. Questa fase, però, è durata troppo tempo, trascinandosi fino ad oggi.