TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

Confronto serrato fra Casciaro, Schiavano, Carlino e Bellisario

Ad e Unione, «prove» di dialogo

 

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 22/05/05

 

 

Centrosinistra, partiti e associazioni ricominciano a parlarsi. «Quale centrosinistra a Casarano dopo il 3 e 4 aprile» era infatti il tema del dibattito organizzato giovedì scorso da Azione Democratica, l'associazione presieduta da Patrizia Carlino, che ha visto la partecipazione di Claudio Casciaro, presidente della Margherita, e Fernando Schiavano, segretario dell'Udeur. Patrizia Carlino ha chiesto al centrosinistra casaranese di mutuare il «modello Vendola», basato sul «rapporto dei politici con i cittadini, la società civile e la base elettorale». Una cauta apertura è venuta da Casciaro. «Il centrosinistra deve aprirsi ancora di più alla città - ha detto - ma non possono essere solo i partiti a farlo. Sediamoci tutti intorno ad un tavolo, sgomberando però il campo dall'eccesso di critica». Una sponda all'associazione è invece venuta da Schiavano. «Il tema della partecipazione va approfondito innanzitutto dal sindaco - ha detto l'esponente dell'Udeur - che deve aprire il dibattito sulle scelte strategiche con i partiti, con i cittadini, con i gruppi». I due segretari, poi, sono stati incalzati da Gianni Bellisario sul tema del prg. «Esiste un solo motivo valido - ha chiesto l'esponente di Ad - per cui dopo oltre dieci anni non è stato ancora approvato?». Responsabilità dei partiti «che non riescono più a fare sintesi», secondo Casciaro ma anche dei cittadini, «che devono spogliarsi dell'impostazione personalistica per pensare in grande». Il riferimento è alle 244 osservazioni rimaste da esaminare: un ostacolo che la maggioranza stava pensando di bypassare esaminandole in un'unica soluzione; su quest'ipotesi, però, è arrivato il «niet» di Schiavano. «Le osservazioni vanno esaminate una per una- ha detto - come si è iniziato a fare nella scorsa consiliatura. Se serviranno dieci giorni di consiglio comunale l'Udeur è disponibile».