TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

www.beppegrillo.it

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

L'appalto della nettezza urbana al centro dell'attenzione

Arriva la supercommissione

di Danilo Lupo, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 25/01/05

 

 

Nasce la «supercommissione» consiliare sul nuovo appalto della nettezza urbana. Consiste in quasi 25 miliardi di vecchie lire in cinque anni l'importo della nuova gara sui rifiuti di Casarano, che sta venendo definita dall'Ato Lecce 3, l'Ambito territoriale ottimale del sud provincia, ormai l'unico organismo ad avere autorità in materia di rifiuti. Le commissioni consiliari al bilancio, presieduta dal diessino Salvatore Stanca, e all'ubanistica, presieduta da Amedeo Sabato (Udeur), non hanno però intenzione di stare a guardare. Convocate congiuntamente la scorsa settimana, come aveva deciso il consiglio comunale su spinta di un ordine del giorno del consigliere di An Claudio Bastianutti, hanno discusso con i tecnici dell'Ato, Giuseppe Mormandi e Francesco Causo, che hanno approntato il nuovo bando. «Contiamo di continuare - spiega Stanca - in questa attività di controllo. Le due commissioni, insieme, hanno facoltà molto ampie e c'è l'intenzione di prestare grande attenzione a questioni importanti, come quella sui rifiuti». Il nuovo bando ha un importo consistente: 8.432.917 euro più iva per i prossimi cinque anni (secondo alcune previsioni il servizio potrebbe partire ad aprile) a cui va aggiunto il costo per il conferimento in discarica, che non dovrebbe essere inferiore a 450.000 euro all'anno. «Un costo esorbitante - attacca Bastianutti - specie se ricordiamo che entro poco tempo tutti i costi saranno a totale carico delle 7.000 famiglie casaranesi. Ognuno può fare i conti e capire quanto spende». Per l'esponente di An si poteva fare molto di meglio «incentivando la raccolta differenziata e le attività economiche collegate al riciclaggio dei rifiuti: in questo modo non solo avremmo fatto risparmiare i contribuenti casaranesi, ma avremmo potuto creare anche dei posti di lavoro». Molte cose però sono ancora da definire, secondo Sabato, che spiega che la «supercommissione» si è aggiornata per discutere ancora del nuovo capitolato d'appalto. «Vogliamo entrare nello specifico e capire se effettivamente si può risparmiare - dice - di certo sappiamo già che il nuovo servizio darà grande importanza alla differenziata, partendo con la raccolta "spinta" nell'area di Contrada Pietrabianca e prevedendo anche 1.500 stazioni di compostaggio che verranno distribuite ai cittadini. Un'altra novità importante, ma che vogliamo approfondire è quella delle stazioni ecologiche: lì si potrebbe pesare la raccolta differenziata di ogni cittadino che potrebbe avere così corrispondenti sconti in bolletta».