TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

DESTRA E SINISTRA: UGUALI SONO?

di Eugenio Memmi, 03/12/03

La legge Gasparri è l’ultimo episodio di una catena di leggi fatte se non ad hoc per il gruppo Fininvest ci manca poco... a voler far finta di essere stupidi. Comunque, non sto qui per demonizzare il nostro presidente del consiglio Silvio Berlusconi, poiché, penso, che se qualcuno riesce ad essere poco poco obiettivo, queste cose le dovrebbe capire da se, visto che il conflitto d’interessi  da quando il buon Silvio è al governo è visibile ad occhio nudo dal lontano Saturno.

Silvio è al governo e si fa i stracazzi suoi; prima di lui ci sono stati altri inquilini e altrettanto si sono fatti i loro stracazzi, con un po’ forse di pudore in più.

Berlusconi riesce a mentire e a sembrare quasi innocente.

Solo l’ex ministro della sanità De Lorenzo  riusciva a spacciare per verità certe PALLE ENORMI  meglio di Berlusconi.

Per fortuna De Lorenzo ha fatto la fine che tutti sappiamo, grazie all’avvento di mani pulite, ma da Berlusconi o chi come lui chi ci salverà?

PERCHE’ DICO QUESTO?

Il buon Giorgio Gaber, nella sua ultima canzone diceva che la destra e la sinistra  sono uguali… forse non è proprio così, ma siamo li, c’è qualche lieve differenza ma, nella sostanza le cose non cambiano.

Se D’Alema che ha governato prima di Berlusconi il conflitto d’interessi non l’ha voluto risolvere, perché meravigliarci se Berlusconi il conflitto lo risolve a modo suo?

Se D’Alema per governare ha fatto un inciucio con il Berlusca, con potenti settori dell’economia e via discorrendo, e lui doveva rappresentare il rinnovamento, la sinistra al potere per la prima volta nella storia e la storia l’ha cestinato, poiché ha disatteso le aspettative di chi credeva in lui e nella sinistra.

Chi ci salverà da questa corrotta Italia?

Chi ci darà un barlume di speranza e farci comprendere che è ancora possibile costruire un Italia migliore?

Il panorama politico italiano sembra trasversalmente allineato su un principio: primo non facciamoci male, facciamo finta di arrabbiarci, ma difendiamo sotto banco ciò che abbiamo, il nostro piccolo o grande orticello. Forse c’è qualche piccola voce fuori dal coro che viene fuori ogni tanto, come quella di Bertinotti, di Di Liberto, Pecoraro Scanio, Emma Bonino. Sono voci che gridano ma nessuno li sente. O forse anche loro fanno finta di gridare.

C’è una persona che più di tutte è stato isolato dal sistema perché altamente pericoloso per la loro sopravvivenza, poiché le sue proposte se attuate, forse eliminerebbero tre quarti degli attuali rappresentati politici in Senato e alla Camera, mi riferisco a quella specie di San Giovanni Battista della politica corrispondente al sig. Antonio Di Pietro.

Voi mi direte forse che sono un po’ fissato, e forse avete ragione, ma, provate a pensare quale altro personaggio politico riesce a non essere tollerato nè dalla destra nè dalla sinistra.

Pensate a Segni, a sentirlo,  lui vorrebbe cambiare l’Italia, ma è così buono che nemmeno lui ci crede più in quello che dice. Con i suoi referendum vorrebbe cambiare il sistema; ma, basterebbe applicare solamente la semplice proposta di Di Pietro di non eleggere persone condannate per peculato, concussione e via discorrendo che l’80% dei partiti dovrebbe essere sostituito.

Ma ci pensate, abbiamo in Italia amministratori comunali, provinciali, regionali, nazionali, più volte condannati che stanno li a governarci, a riciclarsi e a farci la morale…. ma andate a cagare.

Andate a cagare tutti, partiti del centro, della destra e della sinistra che non muovete un dito perché questa rotta si inverta, e poi parlate di rinnovamento ma che cazzo di rinnovamento ci volete infinocchiare.

Io, sono deluso da tutto ciò; quel “pazzo” di Di Pietro ormai l’hanno isolato, e relegato al confino ideologico; perché così conviene a tutta questa melma di politici; la prima Repubblica è alle spalle, la seconda era partita ma non è mai arrivata da nessuna parte perché non la vuole nessuno.

 

 
Scrivi la tua opinione sul nostro Guestbook