TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 Home page

 La vita Politica

 Lo sport

 Cultura

  Tutto città

 Informazioni turistiche

 La nostra E - mail

Impianto nella zona industriale: la sentenza del Tar continua a far discutere

L’eolico divide Casarano

Centrosinistra contrario, centrodestra possibilista

 

 

di Danilo Lupo

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 12/04/2007

 

Eolico, dall’opposizione due «sì» e un «forse». La posizione della maggioranza è nota: il sindaco Remigio Venuti (Ds) ha pronunciato un «no» secco nell’ultimo Consiglio e il suo vice Gabriele Caputo (Margherita) ha commentato con un «non ci resta che piangere» la sentenza del Tar che consente l’installazione di tre pale di microeolico nella zona industriale. Posizioni opposte nel centrodestra, con qualche distinguo. «L'impatto ambientale ha una sua rilevanza - afferma la coordinatrice azzurra Francesca Fersino - però bisogna tenere conto della sentenza del Tar. Se al governo ci fossimo noi, affronteremmo subito la questione, cercando le soluzioni normative per escludere zone paesaggistiche o storiche dall’installazione di questi impianti. Altrimenti il rischio è quello già vissuto con i ripetitori: nessuna regola e impianti ovunque».

Sfumata la posizione azzurra, più netta quella del capogruppo Udc. «Nel partito non ne abbiamo parlato - sottolinea - ma io sono favorevole a qualunque energia alternativa. Meglio le agroenergie o il fotovoltaico, ma l’eolico ha un impatto ambientale solo visivo e comunque reversibile e rimane importante per l’autosufficienza energetica e quindi per il risparmio delle famiglie». Ancora più deciso il «sì» di Claudio Bastianutti di An. «Io sono favorevole anche al nucleare, perchè la priorità è diminuire la dipendenza dal petrolio - premette - Tanto più lo sono per tre turbine da 18 metri: stiamo parlando dell’altezza di un bell'albero, non della Torre Eiffel. Ancora più favorevole sarei al microeolico per il consumo domestico, in modo da favorire una coscienza civica da parte di tutti e specialmente dei giovani al tema delle fonti energetiche alternative».

 

www.tuttocasarano.it

         

 

 

11/04/07 Fondo voragine, un aiuto ai «cugini» gallipolini

 

 

10/04/07 CRE.A.TI. Bando per fare impresa nella moda. Progetto finanziato con i P.O.R. Puglia

 

 

11/04/07 Primo storico sciopero alla Filanto, in 300 hanno aderito alla manifestazione di protesta

 

 

05/04/07 Nonnini di Parabita in rivolta

 

 

 

 

 

 

2000 - 2007 www.tuttocasarano.it All rights reserved.