TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

casarano

Comitato intercomunale EAV e gruppo Italgest ai ferri corti.

A Casarano nuovo scontro sulle centrali a biomasse

 

 

 

Di Alberto Nutricati

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 15/03/2008

 

No ai mega-impianti a biomasse, sì a fotovoltaico, microeolico, biodigestori e piccoli impianti a biomasse. E questa la posizione ufficializzata dal comitato intercomunale «Energia, ambiente e vita» (Eav), sulla scorta dei dati emersi nel convegno svoltosi giovedì a Casarano e organizzato dallo stesso comitato.

 

Poco prima dell'inizio del convegno, il gruppo Italgest ha fatto pervenire agli organizzatori una nota sulla «continua controinformazione cui sono oggetto le proprie iniziative in campo energetico».

 

Il gruppo Italgest insiste sui continui appelli ad incontri pubblici e privati caduti nel vuoto. «Ribadiamo - continua la nota - che solo una corretta informazione, scientifica e non populista, può essere utile per uno sviluppo moderno e rispettoso delle tematiche ambientali. Anche stavolta il comitato Eav ha perso una buona occasione per una dimostrazione di stile volta nell'unica direzione del bene della città».

 

«Lo scopo del comitato - spiega il presidente Fabio De Nuzzo, dopo aver respinto le accuse del gruppo Italgest - è di dare un minimo di informazione. Purtroppo, in questo caso ci siamo dovuti "sostituire" all'amministrazione comunale che proprio su queste tematiche dovrebbe favorire il coinvolgimento della comunità».

 

Il convegno è stato aperto dalle relazioni tecniche degli ingegneri Matteo Morelli e Raffaele Caccioppola sulle varie fonti di energia alternativa.

 

Incentrata su «le contraddizioni del Piano energetico ambientale regionale (Pear), la relazione dell'energy manager Antonio De Giorgi: «Il Pear prevede entro una decina d'anni la produzione di 50 miliardi KW/h, che equivale a circa 2,5 volte in fabbisogno attuale regionale. Si tratta, però, di un calcolo effettuato sulla base di un processo logico inverso, in quanto si sarebbe dovuto partire dall'analisi del fabbisogno attuale. La proliferazione selvaggia di impianti, quindi, è figlia del Pear».

 

De Giorgi sottolinea la necessità, ribadita anche dall'avvocato del Codacons, Piero Mongelli, di «un modello di generazione diffusa che favorisca la «democratizzazione» della produzione e che valorizzi «il protagonismo dei cittadini».

 

Intanto, Flavio Fasano annuncia che il consiglio provinciale, visti i 45 progetti di impianti a biomasse presentati per la sola provincia di Lecce, mercoledì prossimo discuterà sulla richiesta da avanzare alla Regione di poter permettere che la Provincia dia una valutazione preventiva prima di concedere il nullaosta alla realizzazione degli impianti.

 

E se Francesco Vigneri della Cia di Lecce invita a riflettere sulla possibilità di utilizzare al posto dell'olio di girasole la sansa prodotta dai 350 frantoi salentimi in grado di alimentare due centrali da oltre due megawatt l’una, l'oncologo Giuseppe Serravezza, presidente della Lega tumori, si dimostra in linea con quanto evidenziato dal responsabile Wwf, Vittorio De Vitis, contrario a qualsiasi processo aggiuntivo di combustione visto il triste primato della provincia di Lecce nella classifica dell'incidenza tumorale.

 

 

 

 

Da sin. Matteo Morelli e

Raffaele Caccioppola

Da sin. Fabio De Nuzzo e

Alberto Nutricati

       
Piero Mongelli   Antonio De Giorgi  
       
   

Flavio Fasano

da sin. Giuseppe Serravezza

e Francesco Vigneri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 www.tuttocasarano.it 

              

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

  08/03/08 Diamo un'anima a questa citta.

Di Eugenio Memmi

 

Casarano verso la giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime di mafia

 con uno straordinario testimone e profeta dei nostri tempi, don Ciotti. (Inseriti i video)

 

    

  05/03/08 "Scuola deviata": una lettera dalla provincia di Taranto; anche per don Ciotti

 

 

  05/03/08 La lettera "provocatoria" di Francesco De Vita consegnata ieri al ministro Chiti

 

 

  03/03/08 Ancora morti sul lavoro. Quattro vittime a Molfetta.

Di Omar Sarcinella

 

 

  02/03/08 In ricordo dell'on. Luigi Memmi

 

 

  02/03/08 Al caro Pino De Nuzzo.

Di Luciana

 

 

  01/03/08 Una battaglia di civiltà.

 

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.