TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

 

L'uomo che trascinava il vento

Un libro di Gabriele Marra

presentazione

Libreria Dante Alighieri 7 marzo - ore 18.00

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

Prove tecniche di dialogo tra Protezione civile e Amministrazione.

 

 

Di Alberto Nutricati

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 24/02/2008

 

È scaduto da alcuni giorni l’ultimatum lanciato dalla Protezione civile all’amministrazione comunale che prevedeva lo scioglimento dell’associazione, in mancanza dell’assegnazione di una sede adeguata alle esigenze ed alle attività di quest'ultima.
Dopo il lungo braccio di ferro dei mesi scorsi, con l’associazione costretta a lasciare la precedente sede di piazza Diaz ed il Comune che offriva una sistemazione giudicata non idonea dai volontari, si era giunti a quello che sembrava un punto di non ritorno.
Poi la cultura del dialogo e del confronto ha avuto la meglio.
Nei giorni scorsi le parti si sono incontrate ed il sindaco Remigio Venuti si è detto pronto a risolvere la questione.
La sede dovrebbe restare quella già individuata dall’Amministrazione: i locali di vico Araldo adiacenti al Centro Anziani. All’associazione, però, dovrebbe essere assegnato un ulteriore ambiente rispetto all’unico vano previsto dalla delibera di Giunta del 29 ottobre. La Protezione civile, infatti, aveva palesato la necessità di almeno due stanze, per l'esigenza di isolare le innovative tecnologie di cui dispone, acquistate grazie ad un finanziamento ministeriale di circa 15 mila euro.
«Ci siamo recati dal sindaco – spiega Cristian Rizzo, tesoriere dell'associazione – con l’intenzione di proporre, in alternativa alla soluzione prospettata dall'Amministrazione, i locali dove la Comunità Emmanuel svolgeva attività di doposcuola e che attualmente sono inutilizzati. Il sindaco, invece, ha insistito sulla sede di vico Araldo, rassicurandoci che avremo una sistemazione adeguata».
La delibera dello scorso ottobre sarà quindi rettificata, anche se i termini di assegnazione resteranno invariati: convenzione triennale, canone annuo di 51,62 euro e sgombero dell’edificio prima della data pattuita in caso di necessità. Tali estremi, infatti, rientrerebbero all’interno di un protocollo utilizzato dall’Amministrazione nei confronti di tutte le associazioni.
«A questo punto – continua Rizzo - è solo questione di tempo poiché, da accordi presi personalmente con il sindaco, l’assegnazione della nuova sede sarà formalizzata a breve con un’apposita delibera. A margine della vicenda, vorremmo ringraziare Emanuele Ungherese dell’associazione Centro Storico per averci messo in contatto con la Comunità Emmanuel e l’avvocato Francesco Capezza, che, a nome della Comunità, si è spontaneamente offerto di condividere con noi alcuni dei loro locali; segno che quando tra le associazioni c’è collaborazione, i problemi si possono affrontare meglio».
 

 

 

 

 

 

 

 

 www.tuttocasarano.it 

              

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

 

www.astronomiacasarano.it

 

Percorsi d'Arte è in Via Matino, vieni a trovarci

 

 

  20/02/08 Iniziativa simbolica: il Tricolore Italiano a difesa della Chiesa di San Pietro dei Samari MONUMENTO NAZIONALE

 

 

  17/02/08 Un anno fa ci lasciava Pino De Nuzzo-

Di Angela

 

 

  17/02/08 Piu´ campagne elettorali = piu´ lavoro.

Di William Ghilardi

 

 

  17/02/08 Principio di responsabilità.

Di Gabriele Bastianutti

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.