TuttoCasarano

  Lo spazio web a disposizione dei cittadini

  Home page

   La vita Politica

  Lo sport

  Cultura

  Tutto città

   Informazioni turistiche

    scrivici

  oggi vi segnaliamo il blog: genitori scuola salento

CASARANO

Il consiglio comunale si mobilita per evitare che Giorgio Martina, uno dei maggiori urologi europei, abbandoni l'ospedale di Casarano

 

 

Di Alberto Nutricati

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 24/12/08

 

 
Il consiglio comunale si mobilita per evitare che Giorgio Martina, uno dei maggiori urologi europei, abbandoni definitivamente Casarano. Il medico, originario proprio di Casarano, è direttore del reparto di Urologia all’ospedale di Sondalo, in provincia di Sondrio. Grazie ad una convenzione biennale tra l’Asl leccese e quella di provenienza, in scadenza il 31 dicembre, il professionista garantiva la sua presenza al «Ferrari» per tre giorni al mese. La convenzione prevedeva la corresponsione all’Asl di provenienza di duemila euro mensili ed il rimborso del solo biglietto aereo per il medico. Son ben 150 gli interventi, tutti molto delicati, che lo specialista ha eseguito nell’ospedale casaranese, evitando altrettanti viaggi della speranza. Basti pensare che Martina è tra i pochissimi medici in Italia, si parla di sole tre unità, a praticare interventi di nefrectomia e prostatectomia in laparoscopia.

L’urologo avrebbe fatto risparmiare all’Asl poco meno di un milione di euro, con una media oscillante tra i 60 e gli 80mila euro mensili. Il problema è che, stando a quanto emerso nel consiglio comunale di lunedì, paradossalmente l’Asl di Lecce non avrebbe intenzione di rinnovare la convenzione.
«Il medico – spiega il consigliere Gianfranco Morgante (Pd) - è giunto a Casarano grazie ad una convenzione estremamente vantaggiosa per la nostra Asl. Evidentemente, però, questo nuoce agli interessi di qualcuno. Lo testimoniano alcune lettere anonime, prima di consiglio e poi di minaccia, che invitavano Martina a non venire a Casarano. Questo mi porta a pensare che ci siano interessi occulti che ostacolino il rinnovo della convenzione, a vantaggio di altre convenzioni magari con strutture private».
La soluzione? Chiedere l'intervento di  Vendola.

«La convenzione – commenta il sindaco - è nata a seguito del conferimento, nel 2006, del Premio Casaranello al dottor Martina. In quell’occasione fu proprio il presidente Vendola ad impegnarsi. Per questo, credo che un documento firmato dall’intero consiglio comunale, da inviare ai vertici istituzionali regionali, possa contribuire a far sì che la nostra terra continui ad avvalersi del prezioso contributo del medico».

Secondo il consigliere Claudio Bastianutti (An), però, non ci si dovrebbe «fermare alla letterina», ma bisognerebbe prendere delle iniziative concrete, come presidiare il reparto di Urologia nelle ore di visita o presentarsi al Direttore generale e chiedere il perché di tale decisione. Intanto, già nei prossimi giorni, potrebbero esserci iniziative del genere.

 

 

Chris Rea : Driving Home For Christmas

 

 

               

 
Non voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico Fellini

 

Free Tibet

 

http://www.percorsidarte.org/

 

 

 20/12/08 I bambini e il sindaco.

Di Giuseppe Semeraro

 

 

 18/12/08 Ad Anno Zero - Rai Due: Giovedì 18 dicembre si parla di questione morale

 

 

 18/12/08 A proposito di centrale e biomasse. Di Carmine Brigante

 

 

 17/12/08 Eutanasia. Solidarietà e amicizia al Granduca Henri, un esempio per politici e governanti di tutto il mondo.

 

 

 16/12/08 Centrale a biomasse in Puglia, non sono sono una priorità visto il surplus energetico regionale.

Di Carlo Greco

 

 

http://www.pieroricca.org/

 

 

2000 - 2008 www.tuttocasarano.it All rights reserved.