TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Sabato 17/12 serata di beneficenza organizzata dalla Croce Rossa. Ore 21.00 presso il teatro Fondazione Filograna si terrà lo spettacolo teatrale “CRUCIS” del balletto Terrapulia di Danza.

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

INAUGURATO L'ANNO ACCADEMICO DELL'UNIVERSITÁ POPOLARE
di Alberto Nutricati, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 15/12/2005

 

 

E’ stato inaugurato ufficialmente nei giorni scorsi l’anno accademico 2005-2006 dell’Università Popolare di Casarano.
Si tratta della trentaquattresima Università Popolare in Italia e della prima in Puglia a nascere con il coinvolgimento di tutti gli attori sociali operanti, a vario titolo, sul territorio: istituzioni, scuole e associazioni.
«L’Università Popolare – dice il presidente dell’Associazione Cosimo Scarcella – ha come ambizioso obiettivo quello di creare un “distretto culturale evoluto”. In esso la cultura non ha valore in quanto crea profitti, ma perché aiuta la società ad orientarsi verso modelli nuovi di utilizzo del tempo e delle risorse».
Tra i presenti alla cerimonia, oltre ai soci fondatori dell’associazione, il vicepresidente della Regione Puglia Sandro Frisullo, il presidente della commissione Cultura della Provincia di Lecce Claudio Casciaro ed il sindaco di Casarano Remigio Venuti.
«La conoscenza – ha detto Frisullo nel suo intervento – è parte essenziale della libertà, giacché implica la responsabilità».
Nel corso della manifestazione sono stati presentati i quattro dipartimenti che opereranno all’interno dell’ente. Il primo dipartimento si occuperà principalmente di sanità con corsi di approfondimento sulla prevenzione dei tumori, sull’alimentazione e sulle tossicodipendenze.
Il secondo dipartimento, che si occuperà di istruzione e formazione, organizzerà corsi, seminari e incontri di orientamento scolastico e lavorativo, con l’intervento di tecnici che illustreranno gli strumenti più adatti per ben districarsi all’interno dei rispettivi ambiti di competenza.
Il terzo dipartimento organizzerà corsi ed attività inerenti a teatro, musica, arte, archeologia e cinematografia.
Il quarto ed ultimo dipartimento, invece, si occuperà di integrazione dei soggetti «portatori di bisogni speciali» (disabili, anziani ed immigrati).
«Iniziative del genere – dice soddisfatto il sindaco Remigio Venuti, assieme agli assessori Claudio Pedone e Antonio Memmi – rappresentano un momento importante per una comunità». Dello stesso avviso Claudio Casciaro, che si è detto pronto a «diffondere questa iniziativa anche attraverso la Commissione Cultura della Provincia», che egli stesso presiede.
Per partecipare ai corsi organizzati dall’Università Popolare è sufficiente associarsi alla stessa con una quota annua di 20 euro.
Per informazioni rivolgersi presso la sede dell’Università Popolare (c/o Informagiovani, via Parente).