TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail

Studenti, docenti, non docenti e professori «processano» il «Bottazzi». Prova superata alla grande
Scuola sotto esame, promossa
Ottimi voti all'organizzazione, alla didattica, alle strutture
Nessun pentimento circa la scelta di frequentare l'istituto

di Giancarlo Colella, dalla Gazzetta del Mezzogiorno del 17/09/04

 

 

Si consolida nel «Bottazzi» l'usanza di aprire il nuovo anno scolastico con la presentazione della «pagella» dell'istituto. Come negli anni precedenti il dirigente scolastico, professor Franco Fasano, ha inaugurato i lavori di apertura comunicando i risultati dell'autovalutazione fatta della scuola dalle quattro componenti che danno vita all'istituzione scolastica: studenti, docenti, non docenti e genitori. Il giudizio finale espresso rappresenta la sintesi della valutazione emersa dai dati di un questionario in cui bisognava giudicare la scuola attraverso l'analisi di cinque elementi: le strutture dell'istituto, l'organizzazione, la comunicazione e le relazioni, la didattica e gli esiti finali in termini di aspettative e obiettivi. A conclusione dell'indagine è emerso un giudizio lusinghiero che inorgoglisce il preside Fasano e gratifica tutte le componenti operative della scuola. Il dato che emerge in maniera più evidente è il giudizio espresso dalla componente dei genitori, che nel complesso ha valutato «positivamente o molto positivamente» la scuola frequentata dai propri figli con percentuali che vanno dall'80 ad oltre il 90 per cento. Il giudizio espresso sugli spazi scolastici va dal «molto positivo» che varia dal 44 per cento dei non docenti al 26 dei genitori, al 22 dei docenti, fino al 12 degli alunni, al «per nulla positivo», che va dal 21 per cento degli alunni, all'11per cento dei docenti, al 7 per cento dei genitori, fino al 5 per cento dei non docenti. Circa il funzionamento delle segreterie il giudizio si diversifica nei docenti dal molto positivo (35 per cento) all'abbastanza positivo (51), mentre nei non docenti lo stesso giudizio è espresso rispettivamente dal 44 e dal 30 per cento degli intervistati, il dato degli alunni invece vede il 22 per cento molto positivamente il servizio ed il 39 abbastanza buono. Molto lusinghiero il giudizio espresso sui professori. Il 38 per cento degli alunni li giudica molto positivamente ed il 32 esprime un giudizio abbastanza positivo, mentre i genitori per il 58 per cento sono molto soddisfatti del corpo docente e per il 30 abbastanza contenti. Positivo anche il giudizio sul clima scolastico espresso dai professori: per il 38 per cento è molto buono, per il 45 abbastanza. Ma quanto conta l'opinione delle diverse componenti nelle decisioni adottate dalla scuola. Secondo gli studenti la loro opinione conta molto (39 per cento) o abbastanza (22), gli stessi giudizi vengono espressi dai docenti per il 20 e 43 per cento, stessa opinione viene espressa dai genitori con percentuali del 39 e 41 per cento. Molto positivo anche il giudizio sulla didattica della scuola. Secondo il 23 per cento degli studenti i docenti sono molto bravi, secondo il 41 abbastanza preparati e capaci nell'esercizio delle proprie funzioni. Altrettanto positivo il giudizio sulla preparazione degli studenti, ritenuti molto preparati dal 24 per cento dei professori e abbastanza preparati dal 48. Giudizio globale, dunque, altamente positivo quello registrato dal «Bottazzi», considerata una scuola «molto buona e funzionante» dal 55 per cento dei genitori, abbastanza dal 43 per cento degli studenti. La sintesi dell'indagine sta nel giudizio che i genitori esprimono per la scelta scolastica del proprio figliolo: il 58 per cento si ritengono molto soddisfatti della scelta fatta ed il 28 abbastanza.