TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail

NATALE 2004

“SEGNI DI PACE”

Classi 5eA/B/C/D

Istituto Comprensivo Polo 4  - Casarano

 

Il progetto, ideato dagli insegnanti delle classi quinte, nasce dall’esigenza di “vivere” un reale momento d’incontro con la scuola dell’infanzia, la scuola media e il territorio, facendo conoscere direttamente l’esperienza scolastica: la scuola si apre per “un giorno di pace”.

Il tema scelto, infatti, è la pace al fine di rafforzare i concetti di multiculturalità, di solidarietà, di amicizia, di convivenza civile e democratica, che fanno parte integrante delle finalità educative delle scuole dell’istituto.

Tale progetto è finalizzato a sostituire la cultura delle guerra con la cultura della pace; la cultura della competizione con quella della cooperazione; l’esclusione con l’accoglienza; l’individualismo con la solidarietà; la separazione con la condivisione e l’arricchimento con la ridistribuzione.

 

Obiettivi:

  • Comprendere i concetti di diritto / dovere, libertà responsabile, identità, pace, sviluppo umano, cooperazione, sussidiarietà.

  • Conoscere le varie organizzazioni internazionali, governative e non governative a sostegno della pace e dei diritti / doveri dei popoli.

  • Impegnarsi personalmente in iniziative di solidarietà.

  • Rispettare e apprezzare i valori religiosi ed etici nell’esistenza delle persone e nella storia dell’umanità.

  • Conoscere gli elementi fondamentali delle grandi religioni mondiali e scoprire le caratteristiche comuni.

  • Essere consapevoli delle situazioni attuali di pace/guerra, sviluppo/regressione, cooperazione/individualismo, rispetto/violazione dei diritti umani.

 

Educare significa prima di tutto far acquisire valori fondamentali, quali accettare gli altri e le loro culture, l’essere consapevoli dei diritti/doveri che la convivenza comporta.

Gli insegnanti si proporranno di arricchire “la visione del mondo e della vita” dei fanciulli in un continuo confronto interpersonale di natura morale e sociale. Si farà acquisire ai ragazzi la consapevolezza delle varie forme di disagio ed emarginazione esistenti nel loro ambiente prossimo e nel mondo, ma anche la capacità di affrontarle e superarle con autonomia di giudizio di rispetto nei confronti delle persone e delle culture coinvolte, di impegno e generosità personale.

In tal modo, gli alunni saranno stimolati ad operare e a ricercare con sensibilità, rispetto, creatività e partecipazione perché possano sperimentare sia l’importanza dell’impegno personale, sia del lavoro di gruppo attivo e solidale, attraverso i quali accettare e rispettare l’altro, dialogare e partecipare costruttivamente alla realizzazione di obiettivi comuni.  

Insegnanti referenti

Negro Francesca , Toma Maria Grazia.

 

Le classi 5e

 

presentano

 

LA STELLA DELLA PACE

  

 


  

Le 5 punte della Stella, che rappresentano i 5 continenti, sono avvolte da filo spinato i cui aculei sono sporchi del sangue versato durante guerre a sfondo religioso e politico; guerre che, per l’avidità e l’egoismo dell’uomo, sono state causa di impoverimento di molti popoli.

Al centro della Stella un’apertura circolare delimita l’ingresso di un tunnel in fondo al quale si scorgono le figure della Sacra Famiglia.

Il tunnel rappresenta il tempo e lo spazio che ci separa dall’Evento che avrebbe dovuto, già da tempo, cambiare il Mondo ed i suoi abitanti. Cambiamento, purtroppo, che non è avvenuto per tanti!

Nonostante questo il Signore, Dio dell’Universo, che non conosce l’usura del tempo, nella sua infinita Misericordia ha voluto donare un segno di speranza lasciando aperto un varco che, attraverso il tunnel, riporta l’uomo alla Fonte della Vita, della Verità e della Luce.

Le tre comete, invece, che rappresentano le tre Grandi fedi religiose monoteiste, convergono su di un’unica fulgida Stella (Cristo – Sacerdote in Eterno secondo l’ordine di Melchisedec).

Abramo esulterebbe nel vedere che il figlio maggiore Ismaele (Islam        ) ed il minore Isacco ( Ebraismo      ) che, pur di madri diverse, ritrovano nell’ unico e Vero Dio conforto e motivo di riappacificazione.

Tocca all’umanità, ora, fare in modo che l’immagine di Cristo ( Cristianesimo    ), in alcuni cuori  ancora sfocata possa, con la fede, intensificarsi e colorarsi con i colori dell’amore e della pace universale.

 

PROGRAMMA

Sabato 18 dicembre

ore 17.00: Fiaccolata della PACE con partenza dalla Scuola Elementare di via IV Novembre

ore 18.00: Celebrazione della S. Messa nella chiesa di San Domenico

ore 19.00: Momento di lieta serenità con il recital - "Gesù Bambino in Vaticano" -