TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

NEMMENO BABBO NATALE PORTA DISTENSIONE FRA IL POLO 1 E L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

di Enzo Schiavano, dal Quotidiano del 23/12/03

 

Nemmeno l’atmosfera del Natale è riuscita a stemperare le tensioni tra l’Istituto Comprensivo Polo 1 e l’amministrazione comunale. Anzi, proprio una delle iniziative natalizie organizzate da Palazzo dei Domenicani è stata l’occasione di nuove polemiche tra le due istituzioni, ai ferri corti per via del nuovo riordino scolastico. Il consigliere comunale Ettore Pino, organizzatore per conto del Comune dell’iniziativa “E’ arrivato Babbo Natale”, ha accusato i vertici del Polo 1 di aver negato ai bambini della scuola di via Ruffano la gioia passare alcuni minuti con Babbo Natale.

L’episodio è accaduto mercoledì scorso. Il consigliere,  insieme alla piccola carovana di figuranti, tra cui l’enorme Babbo Natale, si presenta, come è avvenuto nelle altre scuole, nella sede di via Ruffano per ritirare i disegni dei bambini che hanno voluto partecipare al concorso collegato all’iniziativa, ma soprattutto per portare un po’ di atmosfera natalizia tra i bambini. Secondo la versione di Pino, una operatrice della segreteria e un’insegnante avrebbero deliberatamente impedito alla comitiva natalizia di accedere nella scuola.

“E’ vergognoso che queste ritorsioni vengano fatte ai danni dei bambini – ha affermato, piuttosto adirato, l’esponete della maggioranza – hanno accampato delle scuse e, non solo non ci hanno fatto entrate, ma non ci hanno restituito nemmeno i disegni, togliendo ai bambini la soddisfazione di partecipare al concorso e di condividere la gioia della festa”. Totalmente diversa la versione della scuola affidata al dirigente scolastico, prof. Antonio Borgia.

“Sono a conoscenza dell’episodio, ma si è tratto soltanto di un equivoco sulle date – afferma il dirigente – quel giorno le insegnanti avevano programmato un incontro per preparare la festa del Natale. Smentisco nella maniera più assoluta – continua Borgia – che si sia trattato di ostruzionismo o, peggio, di provocazione. Io inviterei il consigliere Pino a venire da me per chiarire l’episodio e di smorzare i toni visto che è Natale”.

 

Scrivi la tua opinione sul nostro Forum

 

 

g border="0" src="../politica/emailafiori.gif" width="120" height="65">