.

 

 

Un corso di vela per i ragazzi dell'Istituto scolastico del Polo 3 di piazza S. Domenico
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 21/10/2005

  

 

Regatare, strambata, spinnaker, randa, bolina. Sono alcuni dei termini più noti della vela, sport affascinante che negli ultimi anni ha avuto una discreta diffusione tra i giovani. Avvicinare i giovani a questo sport non è più compito esclusivo degli enti e delle istituzioni marine. La vela, infatti, si può insegnare anche in una scuola ordinaria, che ha sede in un comune dell’entroterra, come l’Istituto Comprensivo Polo 3 di piazza S. Domenico, diretto dal prof. Sebastiano Sabato, che ha avuto l’originale idea di inserire nell’ambito dell’offerta formativa 2005/06 l’insegnamento degli elementi base di questo sport.

Il progetto, elaborato in collaborazione con il Circolo della vela di Gallipoli, si chiama “Conosciamo la vela” ed è destinato agli alunni della scuola primaria (classi 4a e 5°) e della scuola secondaria (tutte le classi). Il progetto è diviso in due fasi. La prima è costituita da 3 incontri pomeridiani, che si terranno presso la scuola, per un totale di 8 ore di lezione, dove la teoria sarà accompagnata anche dalla pratica grazie ad una barca, della serie “Optimist”, che il circolo ha sistemato nell’atrio. La seconda fase è costituita da 6 uscite in mare, di 3 ore ciascuna, presso il circolo a Gallipoli con imbarcazioni “Caravel” e “Optimist”, alla presenza di istruttori federali.

Si tratta senza dubbio di un progetto originale scelto perché la vela porterà i ragazzi a contatto con la natura, in un ambiente sano e pulito vicino ai significati più genuini della vita, rafforzandone il carattere in formazione e favorendo passi sicuri verso un'adolescenza già con interessi che stanno prendendo contorni definiti. Il progetto, inoltre, visto dalla parte degli educatori, presenta una forte valenza interdisciplinare per gli evidenti collegamenti con materie come storia, geografia, scienze, educazione fisica, tecnologia. Siamo sicuri che, alla fine del corso, diventeranno tutti esperti di “America’s cup”.