TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

 

 

65 studenti dei vari istituti scolastici hanno partecipato al progetto "Helicantus II"
Di Enzo Schiavano, dal Nuovo Quotidiano di Puglia, 30/03/2006

  

La conoscenza e la valorizzazione delle origini storico-artistiche del territorio. Questo era l’obiettivo del progetto di educazione ambientale “Helicanthus II”, finanziato dal Fondo Sociale Europeo ed integrato nel programma operativo nazionale “La scuola per lo sviluppo”, al quale nei giorni scorsi hanno partecipato 65 studenti di due diversi istituti scolastici cittadini. Le scuole interessate al progetto erano il Liceo Classico-Magistrale (tutor era il prof. Antonio Lupo) e la scuola secondaria (prof.ssa Caterina Torsello) e la scuola primaria (prof.ssa Marilena Giannuzzi) dell’Istituto Comprensivo Polo 1, entrambi situati in via Ruffano.

I momenti più interessanti del progetto sono stati, senza dubbio, le uscite didattiche in luoghi storici ed artistici – Chiesa di S.Maria della Croce, con i mosaici del V-VI sec. d.C.; gli affreschi bizantini e gotici della chiesetta di Sant’Elia; la cripta del Crocefisso nei pressi della masseria Mangio; l’epigrafe in età romana; la necropoli alto-medievale di Cisternella – e in alcuni siti archeologici a Ugento, Supersano e Casarano. I ragazzi hanno realizzato materiale fotografico, poster tematici, lavori grafici, curati dalla prof.ssa Maria Assunta Saracino, saranno esposti in una mostra conclusiva. Gli alunni della scuola primaria hanno visitato, fotografato e riportato in bozza alcune edicole votive più antiche e centrali della città.

Per ogni edicola è stata approfondita la storia e la tecnica. Gli studenti della scuola secondaria, invece, si sono concentrati sulle tradizioni musicali e delle danze popolari del repertorio salentino, attraverso l’attenta analisi dei brani e la riproduzione con l’ausilio della voce e degli strumenti delle stesse composizioni. Interessante anche l’incontro che gli studenti hanno avuto con gli esperti dell’Archeoclub di Porto Badisco sul tema della tutela dei beni culturali. Alcuni dei 65 alunni parteciperanno, il prossimo 14 maggio, alla manifestazione “Chiese Aperte” indetta proprio dall’Archeoclub.