.

 

 

ISTITUTO COMPRENSIVO 2° POLO VIA MESSINA

CASARANO

Casarano 14/12//2005

 

Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo 2° Polo di Casarano ha promosso, in occasione del Natale, alcune iniziative, al fine di educare le giovani generazioni alla Solidarietà, alla Condivisione e alla Pace.

All’interno dell’edificio scolastico di via Amalfi è stato allestito un presepe di cartapesta, del tutto singolare, in quanto richiama la piazza dove alcuni mesi fa si è consumata la tragedia di Sharm El Sheikh e che tanto ha scosso la nostra cittadinanza.

Il nostro presepe vuole farci riflettere sulla carica distruttiva dell’odio, su quanto dolore può recare, e sul grande bisogno di pace che ha tutto il mondo.

Quest’anno nella realizzazione del Calendario, che ormai è diventata una consuetudine, sono stati coinvolti i ragazzi dei tre ordini di scuola dell’Istituto Comprensivo, i quali hanno presentato le diverse Associazioni di volontariato di Casarano soffermandosi a valorizzarne l’operato al servizio della collettività.

Il 15 – 16 – 17 dicembre saranno serate dedicate al Teatro dialettale e in lingua che vedrà protagonisti i ragazzi della Scuola primaria e secondaria di primo grado, i quali inoltre si cimenteranno in canti e declamazioni di poesie che hanno come tema il Natale.

Il programma è arricchito dalla presenza di alcuni anziani del Centro aperto di Casarano che hanno voluto con la loro presenza dare testimonianza del valore di continuità generazionale che è alla base di un percorso di condivisione e di reciproco rispetto.

 

 

PROGRAMMA:

 

Giovedì 15/12/05 ore 18.00

“Natale di Pace”

Classi V^ C D e 1ª Sec. Primo grado

 

 

Venerdì 16/12/05 ore 18.00

“Natale con i fiocchi”

Classi V^ A B e 3ªD Sec. Primo grado

 

 

Sabato 17/12/05 ore 18.00

“Concerto di Natale”

Classi Iª A B C D E  e Scuola dell’Infanzia

 

I

 

STITUTO COMPRENSIVO 2° POLO

CASARANO

 

 

  CALENDARIO 2006

 

PRESENTAZIONE

Ogni giorno nel mondo milioni di persone offrono il loro tempo e le loro energie per aiutare gli altri; sono i volontari, un esercito  che in Italia conta più di un milione di individui, presente in modo capillare sul territorio, compreso Casarano.

Ma cos’è il volontariato?

Una delle risposte più belle sta a mio parere, in una frase che piaceva a don Lorenzo Milani, scritta a chiare lettere sui muri della sua scuola di Barbiana, era una frase in inglese: I care, e si può tradurre con “Mi interesso”, o “ Mi prendo cura” o più liberamente “conta su di me”.

Ma chi sono i volontari?

E’ facile definirli come coloro che si impegnano per svolgere attività utili alla società e fanno interventi che in molti casi nessun altro farebbe e che si riuniscono in organizzazioni che nascono liberamente per rispondere ai bisogni di chi si trova in condizioni di emarginazione e svantaggio.

E che cosa spinge uomini e donne, giovani e anziani, a dedicare una parte del proprio tempo per aiutare chi è in difficoltà, gli emarginati, i deboli , gli “ultimi”?

Forse l’aver interiorizzato che la nostra società ha un immenso bisogno di solidarietà, di accoglienza, di “operai nella vigna”, come i volontari stessi amano definirsi, di un’attenzione a chi si trova in difficoltà.

Tutto ciò è capace di trasformare nell’intimo i rapporti tra le persone e tra  queste e le Istituzioni.

Del loro agire, del loro continuo seminare sicuramente resterà un sentiero d’amore ed è bene che tutti ne conoscano l’esistenza…

Ricordiamolo anche noi, girando mese dopo mese i fogli di questo calendario; forse ci avvicineremo sempre più, al sentiero, che se percorso da tanti piedi potrà diventare una strada nuova fatta di pace e solidarietà.

                                                                                       Il Dirigente Scolastico

                                                                                           Dott/ssa Giovanna Salento

 

 

PRESEPE  (Sharm El Sheikh)