TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Un uomo senza sogni, senza utopie, senza ideali, sarebbe un mostruoso animale, un cinghiale laureato in matematica pura.
                     (Fabrizio De Andre')
 

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail

 

 

Un'officina

di Giorgio Greco, 08/08/2005

 
 

Mi permetto di portare all’attenzione dei giovani di sinistra, di centro e di destra, che la spinta per lo sviluppo del nostro paese si è avuta grazie a quella gente analfabeta o con qualche anno di scuola elementare, che poco ha letto, ma molto ha scritto con la penna carica di sudore, sopportando un peso enorme di paziente sacrificio per diventare la vera protagonista dei libri di storia.

Parlo dei nonni, di quei pochi che, circa mezzo secolo fa, sono rimasti nelle nostre terre a scaldare la misera mollica e dei tanti che sono emigrati all’estero, i più sfortunati  per zappare al lumicino, merce di scambio dei governanti, ingoiando ogni giorno carbone e respirando gas.

E’ dal sudore, infatti, che è venuto fuori il titolo di studio di tanta bella gente, professionista preparata, che oggi si eleva nella nostra società, in questa società che però sembra correre facile, quasi ad asciugarlo quel sudore.

La sfida, certamente difficile, sia quella di ridare valore ai sacrifici dei nonni invitandoli, idealmente intendo, per primi nella vostra officina; di imparare da loro la politica, quella vera fatta a proprie spese sul campo della vita, e non dai segretari di partito o dai professori universitari. Un’officina i cui arnesi risultino tanto semplici quanto efficaci affinché tutti possano lavorare bene.

E colui che tra voi sarà  chiamato a gestire la cosa pubblica lo potrà fare in maniera disinteressata e nuova, senza aspettare che tante giuste richieste arrivino, molte volte a vuoto, nel palazzo, o non varchino proprio la soglia,  ma andando di persona a cercare il disoccupato, la famiglia che ha difficoltà economiche serie, l’orfano e la vedova, il portatore di handicap, l’ammalato che ha bisogno di cure costose, l’anziano che vive da solo, l’alcolizzato, il drogato … A cercarli una sola volta e rimanere per sempre con loro, con ognuno di loro perchè il bisogno non ha colore e confine, a lottare per loro a costo di mettersi contro i suoi stessi amici del palazzo.

Un’officina in cui si pratichi che la guerra è una cosa talmente seria che non si può stare per anni a discutere se è giusto o meno farla perché nel frattempo c’è chi davvero la sta facendo e muore sotto le bombe, il cui linguaggio sia quello più comprensibile a tutti e nutri chi legge, in cui Cristo sia messo al primo posto dal cuore e non diventi semplice oggetto di studio intellettuale al pari di altri personaggi della religione e della storia.

  Un saluto.