TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail

IL LATO OSCURO DELLA LUNA

di Pino Montedoro, Casarano 26/05/05

 

Nei primi anni settanta i mitici Pink Floyd realizzarono uno dei migliori "album"  della storia del rock: " The dark side of the moon ".

Il disco, a tutt' oggi, detiene il record di permanenza nelle classifiche degli album  più venduti.

La traduzione italiana del titolo è " il lato oscuro della luna " cioé la parte della luna che non viene illuminata dal sole.

Metaforicamente sta a significare l'uomo e le sue debolezze, i punti oscuri della sua esistenza, la complessità della vita che lo circonda, la pazzia che prende il sopravvento sulla ragione.

Nulla di più attuale in questo titolo e nulla di più rappresentativo della società odierna.

Stiamo assistendo negli ultimi mesi ad un "escalation" di fatti di cronaca che mettono in risalto un uomo sempre meno "sapiens" e sempre più folle.

Una madre che soffoca il bambino nella vasca da bagno, inscenando un'improbabile aggressione di uno sconosciuto che l'avrebbe legata e avrebbe lasciato affogare il piccolo di soli 5 mesi è l'ultima tragica farsa alla quale abbiamo assistito.

E' proprio stramba la vita: è stato accertato che  per una serie di motivi legati all'alimentazione, all'inquinamento allo stress ecc. aumentano sempre di più le coppie con problemi di sterilità, di conseguenza impossibilitate ad avere figli, magari desiderati a tal punto da ricorrere  a qualsiasi espediente  pur di averne, come la fecondazione assistita, l'inseminazione artificiale, l'adozione  e quant’ altro.

Di contro coppie che i figli ce l'hanno e li abbandonano nei cassonetti della spazzatura , li ammazzano in modo brutale, alla stregua di alcune specie  di animali che nella giungla sopprimono i  propri cuccioli per spirito di sopravvivenza; ma in questo caso non stiamo parlando di animali bensì di uomini !

Le storie di pedofilìa  impazzano in TV e ci raccontano di individui apparentemente normali che convivono tra noi: il vicino di casa, il sacerdote, il dottore, l'operaio, l'impiegato,  capaci di sprigionare  ogni tipo di violenza su bambini inermi e indifesi ai quali viene strappata loro l'infanzia, l'adolescenza, l'innocenza.

Ognuno di loro nasconde "un lato oscuro" della psiche; un lato dove la pazzia inspiegabilmente prende il sopravvento e li trasforma in lupi mannari  che ogni giorno vanno in caccia della loro preda.

Come si spiega che una madre oppure un padre ammazzi il figlio, il sangue del suo sangue ? Da dove viene fuori il coraggio o la forza di commettere violenza sessuale su un bambino indifeso al quale viene segnata per sempre l'infanzia ?

Ma mi domando e vi domando: in che razza di mondo viviamo? e Dio dov'è quando succedono queste cose?

 

 

Caro Pino, non credo che i fatti di cronaca che hai riportato siano un fenomeno legato prevalentemente ai giorni nostri piuttosto un segno legato alla pura pazzia dell’uomo che per fortuna rappresenta una piccolissima percentuale e che credo sia sempre esistita perché insita nella nostra imperfezione di esseri umani. Di omicidi efferati, infanticidi, incesti, violenze sessuali sui minori ce ne sempre purtroppo stata, con questo non voglio certo giustificarla, ma penso che vada circoscritta e non ingigantita; cosa molto facile oggi visto l’enorme disponibilità di mass media che ripropongono continuamente questi fatti, basta pensare al delitto di Cogne. Credo che comunque sia utile parlarne e discutere con la speranza che una maggiore coscienza dei propri diritti e l’eliminazione di taluni tabù serva a chi può essere oggetto di malevoli attenzioni a denunciare il sopruso subito.

Eugenio Memmi    - tuttocasarano@tin.it  -

 

A mio parere queste cose succedono, oggi, in misura molto minore in quanto l'uomo è prevalentemente più aperto e si è scrollato di dosso quella sorta di autochiusura che nel passato è stata la causa principale di tanti sfoghi anomali su se stesso ed i suoi simili. 
Chiaramente soltanto a pochi giungeva all'orecchio il fatto, mentre adesso la tv e la stampa portano singoli episodi in casa di milioni di persone.
Per quanto riguarda Dio, Egli non cambia atteggiamento.
Continua a rimanere lo stesso padre che, con severo amore, cerca di condurci al bene, e non forzatamente, ché se volesse lo potrebbe fare in qualsiasi istante; chi glielo impedirebbe?
Solo che allora non sarebbe più un padre ma un dèspota.
 

         Giorgio Greco  - greco.giorg@tiscali.it -