TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail

 

 

Il mistero del piano regolatore

di Pino Montedoro, Casarano, 21/09/2005

 

 

Sembra quasi il titolo di un legal-thriller di  John Grisham, oppure di un "horror-thriller" di Stephen King, in realtà il titolo è alquanto appropriato , poiché si tratta di una vicenda vera e non il frutto della fantasia di uno scrittore di romanzi.

Sto parlando di quell’oggetto del desiderio  che si chiama  PIANO REGOLATORE GENERALE , un autentico  "fiore all'occhiello" della nostra amministrazione.

Non ne parla più nessuno, tanto meno gli addetti ai lavori, cioè tutti quei politici che intorno a  questo proggetto  hanno costruito le loro fortune elettorali per un buon decennio, attraverso promesse di attuazione mai mantenute, attraverso centinaia di concessioni rilasciate all'ultimo momento prima dell'adozione e quelle rilasciate dopo che sono decadute le norme di salvaguardia, stravolgendo in questo modo ogni previsione.

Di conseguenza sono tramontate tutte le logiche di espansione urbanistica.

Per fare un esempio su tutti: la crisi del TAC  ha inevitabilmente prodotto un decremento dello sviluppo economico di Casarano, cosa invece diversa è stata  la previsione di crescita del PRG.

Per tornare agli ultimi eventi, ricordo che nel mese di maggio di quest'anno e più precisamente il 19 maggio 2005, c’è stato un dibattito organizzato dall'associazione "Azione Democratica", nel quale intervennero in merito alla "querelle" PRG  il segretario cittadino dell'Udeur, dott. Schiavano, e il presidente della margherita, dott. Casciaro, entrambi esponenti dell'attuale maggioranza di governo cittadino,.

In quell’occasione  ci fu la "premessa" e soprattutto la "promessa" da parte dei due, di una soluzione della vicenda entro breve tempo e che ciò avrebbe senza dubbio accelerato i tempi di spedizione a Bari dell’intera documentazione.

A questo punto resta da chiedersi: cosa si è fatto da allora ad oggi per il PRG?

Perché non se ne parla più e c'è questo silenzio? Qualcuno potrebbe spiegarci come stanno le cose?

Inviterei i responsabili del sito "tuttocasarano" affinché formulassero le stesse domande agli interessati e soprattutto a coloro che quel 19 maggio declinarono l'invito.( non si sa mai, è probabile che nel frattempo si siano preparati a rispondere)

Voglio precisare che non io, ma tutta la cittadinanza ha il  sacrosanto diritto di sapere come stanno le cose;  così come  gli amministratori, essendo stati eletti per rappresentarci,  hanno il  dovere di informarci e fare chiarezza.