TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page La vita Politica Lo sport Cultura Informazioni turistiche In città la nostra E - mail
IN DIFESA DE LEDICOLANTEPAZZO

di Pino Montedoro, Casarano 26/04/05

 

Mi vorrei intromettere, se permettete, nei "botta e risposta" tra l' " edicolantepazzo" e alcuni "BERLUSCONER" indignati come Rocco De Maria e Marcello Papaleo.

Non tanto per quello che scive il sig. De Maria, che posso in parte anche condividere ( ....il troppo accanimento contro quella brava persona che è "Silvio colui che è stato unto dal signore") quanto per la troppa severita' con la quale giudica i coloriti articoli dell'edicolantepazzo il sig. Marcello Papaleo, che evidenzia a chiare lettere le sue simpatie per Berlusconi.

Vivaddio siamo in democrazia e ognuno puo' avere le proprie idee.

Certo mi dispiace per lui,….. non tutte le ciambelle vengono col buco, ma.......pazienza.

L'essersi stancati di leggere sempre le stesse cose dette e ripetute piu' volte, su Berlusconi, non vuole certo significare " scagionare " il personaggio dalle proprie responsabilita' e dalle proprie "pendenze giudiziarie" che, badate bene,  non sono invenzioni dell'edicolantepazzo, bensi' verita' che non potranno essere cancellate dalla storia della  politica di questo paese.

Immagino  quanto  vi sentiate in imbarazzo voi che votate Berlusconi,  frustrati dalla lunga requisitoria giudiziaria pendente nei confronti  della persona alla quale avete riposto la vostra fiducia, mentre le procure di mezza Italia indagano su di lui. Da qui nasce il vostro nervosismo e il vostro disagio e quindi andate alla carica anche di persone che si limitano a fare satira su un personaggio, Silvio Berlusconi, che sembra nato per essere preso in giro.

Al sig. De Maria dico che e' imparagonabile la condotta di Massimo D'Alema, Sindaco, Romano Prodi, ( persone che ha nominato lei nel suo articolo ) con quella che ha Berlusconi sia in politica ma soprattutto negli affari privati.

Se sei è un attento lettore avra’ capito che personalmente non nutro particolari simpatie per l’attuale giunta comunale, ne tantomeno per D’Alema , ma fino  ad oggi nessuno dei tre è stato condannato per corruzione, falso in bilancio, finanziamenti illeciti  e nessuno dei tre ha il potere o avra' mai il potere economico di San Silvio da Arcore.

Sig. De maria,  lei accusa D'Alema di avere una barca e allora cosa mi dice delle megaville in Sardegna di Berlusconi,  alle modifiche fatte al fondo marino per far apparire una delle sue megapiscine di colore azzurro; non parliamo poi  del patrimonio personale ( quello ufficiale naturalmente !!! ) che basterebbe da solo per acquistare interi paesi come  l'Honduras o El Salvador. Faccia bene i conti prima di parlare!

Berlusconi, oltre ad aver promesso agli italiani la luna nel pozzo, ha fatto danni ingenti:

in primis all'economia, che va a rotoli, per manifesta ed evidente incapacita’ a governare; ha illuso gli italiani ( e mi riferisco soprattutto ai suoi elettori) con la chimera dell’abbassamento delle tasse ( io non me ne sono accorto !!!)

abbiamo perso credibilita' verso i mercati finanziari, ha dato priorita' a  leggi "ad personam", per salvasi e salvare amici ( Cirami doget ) e quant'altro.

Forse l'edicolantepazzo e' troppo ripetitivo, "attacca" sempre con gli stessi argomenti.

Ebbene vi diro' io delle cose nuove, se questo potra' farvi piacere.

Il sig. Berlusconi negli ultimi quattro mesi ne ha combinate di tutti i colori.

In cuor suo, credo, sapesse già della debug elettorale; forse non immaginava che sarebbe stata di proporzioni catastrofiche per FORZA ITALIA.

Ma vediamo cosa ha combinato.

Non potendo piu' condurre una campagna elettorale incentrata sulle  promesse, ( questa carta la si puo’ giocare solo una volta ! ) come aveva fatto nel 2001, consapevole che di italiani creduloni e pecoroni (per fortuna del paese) ne sono rimasti veramente pochi, ( le ultime regionali insegnano ! ) non potendo piu' fare contratti con gli italiani, come quello fatto 4 anni fa, poiche' sarebbero carta straccia, ha deciso di cambiare strategia puntando sull'esaltazione della sua personalita' , il  condottiero che salvera' l'Italia dai comunisti" ...non lascero' l'Italia in mano alla sinistra........"  . Alcuni giorni fa, in piena crisi sentenzio' ai suoi alleati " non vi libererete di me cosi' facilmente" il che a molti  dei suoi e' tuonata piu' come una minaccia  che come un auspicio.( Follini doget )

Il classico dittatore, stile sud america, incollato alla poltrona del potere che in questo momento gli garantisce l'immunita', ma soprattutto l'impunita', la priorita’ alla quale lui tiene di piu’ in questo momento !!!

 

Esaminiamo in ordine cronologico:

 

21 Dicembre 2004: a Messina a detto ad un giornalista "...sono uno sciupafemmine.....mentre la sinistra e' senza humor...antipatica "

( GIGOLO')

 

3 Febbraio 2005 : appare sul suo "GIORNALE" un articolo in cui si parla di un Berlusconi che nel 1968 avrebbe salvato una persona che stava annegando, buttandosi in acqua coraggiosamente ( cosa non si fa in campagna elettorale !!!! )

( EROE )

 

22 Febbraio 2005: intervistato dopo la morte di Don Luigi Giussani ha detto : "   mi ripeteva sempre di considerarmi l'uomo della provvidenza per l'Italia...." ( SANTO)

 

 26 Febbraio 2005: durante un convegno sull'economia ha detto che   "........e' bello avere la competitivita' , ma solo sulle donne........." ( DON GIOVANNI)

 

15 Marzo 2005: ha esaltato in pubblico le generose curve di Alessandra Mussolini,

( FOCOSO )

 

Inoltre, negli ultimi tempi,  ha spifferato ai quattro venti di aver donato 50.000 euro alla moglie di Calipari ( che equivalgono ai miei 5 centesimi di euro ); 500 mila euro ai salesiani milanesi ( i miei 5 euro); 5 milioni di euro ( i miei 50 euro ) alla comunita' "Incontro" di Don Piero Gelmini. Chiaramente tutte donazioni fiscalmente deducibili !  ( GENEROSO)

 

Ma la vera e sincera  beneficenza non e' quella che si fa in perfetto anonimato?

E' come se io convocassi una conferenza stampa per comunicare a tutti che all'offertorio, in chiesa, ho donato 55,5 euro , pretendendo dalla parrocchia la ricevuta fiscale !!!

Siete ancora convinti che l'edicolantepazzo esagera ?

 

Un saluto.

 

Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana.

Sull'universo ho ancora i miei dubbi.

Albert Einstein

 

26/04/05 Ci scrive Antonio: Torno ancora sull'argomento, ora che il mostro è ferito i cani ne approfittano!!!!!!!

Ma la vogliamo finire, Berlusconi delinquente, ladro e chi più ne ha più ne metta, vorrei sapere come mai quattro anni fa "Il mostro" ha stravinto tutte le elezioni, vi siete dimenticati i vari e numerosi governi sinistroidi che venivano formati e sciolti nel giro di pochi giorni, ossia quelli che bastavano ad infastidire il povero Bertinotti ?

E' sicuramente vero che Berlusconi ha sbagliato ed è giusto che chi sbaglia debba pagare, però basta fare il tiro al bersaglio per esser certi di poter salire sulla barca dei (probabili) futuri vincitori.

Non ci scordiamo inoltre che al contrario di quanto afferma il sig. Montedoro, mi sembra che a parte il sindaco, sia D'Alema che Prodi abbiano avuto anche loro delle belle grane giudiziarie, non vorrei sbagliarmi però da ignorante e smemorato quale io sono, credo di aver sentito i loro nomi quando si parlava di fallimento dell'ENI (Ente Nazionale Idrocarburi), dello scandalo delle COOPERATIVE ROSSE e per finire della nostra BANCA 121, con questo non dico certamente che questi signori siano dei poco di buono, però mi sorge il dubbio.

D'altronde siamo in Italia, mica siamo Americani ai quali basta che il loro presidente prenda una multa per divieto di sosta per mandarlo a casa, da noi sembra che per poter governare si debbano avere un paio di scheletri nell'armadio, pronti per essere utilizzati dagli avversari politici di turno.

Un saluto, da Aramis     - antonio.asa@tiscali.it -

 

 

27/04/05 Ci scrive Marcello Papaleo: Ah che bella la vita,

ti fornisce ottimi spunti di riflessione ad ogni ora del giorno e devo dire la verità anche in questa giornata soleggiata il Sign. Montedoro me ne dona la prova inconfutabile!

Mi spiace se crede che le mie dissertazioni o le chiami come crede, faccia lei, sulla "vicenda" edicolantepazzo siano un modo per difendere il Berlusca....evidentemente o la mia capacità di scrivere ha subito qualche danno irreparabile nel compimento del mio percorso di studi oppure non riesce a comprenderne appieno il significato il contraltare (forse troppo impegnato a raccogliere vignette simpatiche mentre legge, mi sa che è un passatempo in voga). Un significato che non nasconde nulla delle pecche di cui continua a macchiarsi il governo di centrodesta, che avrebbe DOVUTO farsi da parte subito e non cercare di tirare avanti come un malato terminale che cerca di tenersi in vita mediante una spina oramai non più funzionante. Ma il simpatico Pino, mi scusi se mi permetto di chiamarla per nome visto che non la conosco, cita giustamente Einstein e la sua bellissima frase di cui oggi sono sempre più convinto. Il sign. Montedoro è liberissimo di darmi l'appellativo che meglio crede, faccia ciò che vuole ed elenchi ogni bieca occasione in cui mi sono espresso, nelle pagine di questo sito, a favore di Berlusconi...faccia pure, non le troverà! Ho solo espresso un'opinione sulle solite filippiche unilaterali di tale edicolante, come la sto espriemedo sul suo "articolo", se lei non gradisce e crede anche lei di essere depositario di ogni verità, faccia pure, ma non metta in bocca a me ciò che non ho mai PROFERITO e men che meno giunga al suo cervelletto l'idea di poter sindacare su ciò che io abbia potuto siglare in sede di seggio elettorale.

La vita è bella perchè è varia,

da oggi abbiamo una "guardia del corpo" in più sulla strada della morale e della democrazia ed io, come tutti i cittadini mi sento più protetto, grazie ad i due Supereroi dalla vignetta facile.

 

 

"Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità. Molto ragionamento e poca osservazione conducono all'errore." Alexis Carrel  fisiologo e chirurgo francese.

 

 

27/04/05 << Confido almeno nell'attenuante, se Berlusconi ha preso la " corruzione semplice " perchè il giudice era già stato corrotto prima, spero almeno che a me venga contestata una " diffamazione semplice " perchè la Fininvest era già stata diffamata. Le cose che ho scritto sono state sostenute da commentatori autorevoli. Quindi con l'attenuante avrei diritto alla prescrizione del reato. Spero nella legge Previti........>>. Lo show fuori programma di Beppe Grillo va in scena al Tribunale civile di Roma dove il comico genovese è accusato di diffamazione. In un articolo su " Internazionale ", Grillo riferendosi a << fondi neri >> , al << falso in bilancio>> e sostenendo che << lo scandalo Parmalat è emblematico di un capitalismo italiano reso opaco dai conflitti d'interesse>>. Un'analisi non gradita alla famiglia Berlusconi che vuole 500 mila euro per << la reputazione offesa>>.
<< Ci sono rimasto un pò male, 500 mila euro, sorride ma con amarezza il comico, del resto è il prezzo che si paga per poter scrivere cose che si dovrebbero leggere sui mezzi d'informazione. Ma se non scrivono i giornalisti, sempre più OGM, dobbiamo metterci in gioco noi. Certe cose le riescono a far passare persone come Zanotelli, don Ciotti, e qualche cantante Rock.

PS. A maggior ragione questa ultima osservazione di Grillo la sottoscrivo pienamente. Forse, ledicolantepazzo non è poi così pazzo.

PS.(2) Non vorrei a questo punto portare Jella a Silvio Criniera II. Con il mio articolo precedente segnalavo l'inchiesta in corso della Procura di Milano per "fondi neri" Mediaset.
E' notizia di oggi ( 27-04-05 ) che è stato chiesto, per Silviuccio, dai PM ( COMUNISTI !! ) il rinvio a giudizio per : FRODE FISCALE, APPROPRIAZIONE INDEBITA, FALSO IN BILANCIO. Ma queste cose si sa agli italiani non interessano. A proposito chi ha vinto sull'Isola dei Famosi ?

ledicolantepazzo   - depaolafe@libero.it -

 

29/04/05 Berlusconi, D’Alema, Prodi? Suvvìa gente! A me come a tante altre persone è di secondaria importanza sapere se questi signori sono stati e sono onesti o disonesti. Certo che a tutti gli uomini converrebbe essere onesti più che essere disonesti, ma non possiamo stare a giudicarci continuamente.

Io guardo piuttosto alla mia condizione di disoccupato, di occupato temporaneo, di occupato con moglie e figli a carico che fatica ad arrivare alla fine del mese. Guardo alle tasse da pagare, all’euro ridotto a mille lire perchè tanto vale quando faccio la spesa. Mi preoccupo di far quadrare il bilancio familiare mentre incombe sul mio capo il debito pubblico con il quale prima o poi dovrò fare i conti, pesantemente. Penso piuttosto se avrò mai dei contributi per una pensione, se pur avendo i contributi avrò mai una pensione. Penso se mio figlio studierà invano, se per trovare un lavoro dovrà andare Altrove in provincia di Nonsodove; penso che neanche in quel paese forse potrà trovarlo. E mi viene in mente che nessuno degli uomini nominati e sui quali avete creato questi batti e ribatti sarà mai in grado di darmi una risposta, una certezza,  per il semplicissimo motivo che trattasi di uomini di parte.

Sapete benissimo che, indipendentemente dal colore politico che abbiamo messo o metteremo al governo locale e nazionale, i problemi sociali più importanti sono sempre rimasti e rimarranno deficitari.

Questa è stata, è e sarà la verità della politica italiana con la sua miriade di partiti e partitini.

 

“Fino a quando l’uomo che ci governa sarà di parte non potrà garantire tutti quanti;  penserà piuttosto ai suoi interessi personali e a quelli dei suoi più stretti collaboratori.”   Giorgio Greco   - greco.giorg@tiscali.it -