TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

       

TRIBUNALE PER I DIRITTI DEL MALATO ONLUS

Distretto  Federativo  di  Casarano  

 

Presidio Ospedaliero “F. Ferrari” –Viale F. Ferrari -73042 CASARANO -( FAX 0833/508393

E.-Mail: tdm_pocasarano@auslle2.it - www.tdmcasarano.it

 - COORDINATRICE  TERRITORIALE A.USL LE/2 : Anna Maria De Filippi

“Operare perché tutti i cittadini si sentano non ospiti, ma padroni della Repubblica e reclamino poteri e responsabilità a tutela dei propri diritti: questa è la missione di Cittadinanzattiva!”

Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di  interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà.

(articolo 118 della Costituzione, comma 4)

 

Fare i cittadini è il miglior modo di esserlo

  

Casarano, 7/06/06

                                                                           

                                                                                                                             almageo@libero.it

                                                                                          e, p.c.

                                                                                                                             ON. NICHI VENDOLA

                                                                                                                         PRESIDENTE REGIONE PUGLIA

 

                                                                                                                             DR. ALBERTO TEDESCO

                                                                                                                         ASSESSORE ALLA SALUTE REG. PUGLIA

 

                                                                                                                             ARES PUGLIA

 

                                                                                              DR. RODOLFO ROLLO

                                                                                                                             DIRETTORE GENERALE AUSL LE2

 

                                                                                                                             DR. FRANCESCO SANAPO

                                                                                                                             DIRETTORE SANITARIO AUSL LE2

                                                                                                                            

                                                                                                                             DOTT.SSA GABRIELLA CRETI’

                                                                                                                             DIRIGENTE SANITARIO P.O. CASARANO                                                                                                                                                                                        

DR. REMIGIO VENUTI

                                                                                                                             SINDACO COMUNE DI CASARANO

                                                                                                                                                                                                           

                                                                                                                             DR. FRANCA CARLUCCIO

                                                                                                                             RESP. URP AUSL LE2                                                                                                                                                                                                                

                                                                                           DR. TONINO D’ANGELO

SEGRETARIO CITTADINANZATTIVA

REG. PUGLIA – toninodangelo@libero.it

 

                                                                                                                             ORGANIZZAZIONI SINDACALI - SEDE

                                                                                                                             ORGANI DI STAMPA – LORO SEDI

 

 

                Oggetto: i malati del day hospital oncologico di Casarano.

 

 

                Un cittadino (almageo@libero.it) ha inviato a questo Tribunale per i Diritti del Malato una e-mail telegrafica in cui  dice testualmente:

“Chissà perché sulla questione dr. Serravezza, i malati raccolgono firme e si mobilitano e il TDM (forse) non muove un dito”.

            Anche se la missiva è senza firma, questo TDM ritiene doveroso rispondere sui diritti violati dei malati e per giunta malati oncologici.

 

            Questo TDM, nel corso degli anni, ha ricevuto moltissime segnalazioni e denunce riguardanti i disagi subiti dai malati per le lunghe ore di attesa nel day hospital del Presidio Ospedaliero di Casarano, per gli ambienti insufficienti, per la carenza di personale, per la mancanza di ascolto, per la carenza di un’adeguata accoglienza alberghiera, di un’assistenza domiciliare efficiente, di un supporto psicologico per i malati e per le famiglie, per le lunghe attese al telefono

 

 

alla ricerca di una risposta al bisogno immediato o dietro a un telefono staccato, ricoveri presso tutti i reparti dell’Ospedale a seconda della patologia tumorale, insomma, una forte denuncia che ha sempre messo in evidenza una mancanza di risposta alla richiesta di bisogno di tanta gente, segnata dal dolore e dalla sofferenza, con situazioni strazianti di solitudine e abbandono per il calvario di una malattia che mal si concilia con una sanità poco organizzata.

            Di fronte a tutto questo il Tribunale per i Diritti del Malato non è rimasto mai, né in silenzio né inerte, ma è sempre intervenuto nelle sedi opportune, intorno a un tavolo di concertazione, con le Autorità Sanitarie Locali, intervenendo all’uopo, anche presso le Autorità Regionali e Nazionali preposte alla soluzione dei problemi evidenziati, come di molti altri.

            Lo abbiamo fatto con grande senso di responsabilità e senza strumentalizzazioni di sorta e senza fare sconti a nessuno, perché la mission di Cittadinanzattiva – Tribunale per i Diritti del malato è “la partecipazione civica che agisce per la tutela dei diritti umani, per la promozione e l’esercizio pratico dei diritti sociali e politici nella dimensione nazionale, europea e internazionale, per la lotta agli sprechi e alla corruzione, a tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti a salvaguardia dell’ambiente, del territorio, della salute e della sicurezza individuale e collettiva” (art.1 Statuto).

            Anche se nelle note vicende di questi ultimi tempi il TDM non è stato chiamato in causa da nessun malato oncologico o familiare, né da alcun operatore sanitario, pur tuttavia si è mosso con propria nota prot. n. 251/06 del 31.05.2006, nella quale sollecitava la Direzione Generale dell’AUSL LE/2 a risolvere degnamente la questione di Oncologia di Casarano, ormai inserita in una organizzazione più ampia, tanto da assumere una nuova connotazione in tutta la Provincia di Lecce.

            La risposta del Direttore Generale dr. Rollo non si è fatta attendere e, alle ore 20.28 di giovedì 1° giugno u.s., ha risposto con una e-mail in cui si legge testualmente che provvede da subito alle seguenti determinazioni:

 

  1. Potenziamento dell’organico infermieristico  con due nuove unità (totali infermieri presenti (8); (già messo in atto)

  2. Approvazione di un atto deliberativo che riconosce a tutti gli infermieri in servizio un compenso aggiuntivo (legato al disagio lavorativo) di circa 1.300 € annui; (già messo in atto)

  3. Approvazione di una deliberazione che stanzia 600.000 € per l’ampliamento della struttura edilizia con contestuale affidamento dell’incarico di progettazione;

  4. Avvio delle procedure per realizzare presso la struttura di un mini laboratorio con un tecnico, in modo da effettuare in loco gli esami;

  5. Concreto avvio di un programma di suddivisione dei pazienti per fasce orarie in modo da evitare il sovraffollamento mattutino. (già messo in atto)

 

Questo TDM non può che prendere atto dell’impegno  assunto dal Direttore Generale e credere fortemente nella realizzazione di ciò,  vigilando fin da ora che tutto questo si faccia per i pazienti. 

      Però, per opportuna conoscenza di quanti leggeranno la presente, si riportano di seguito elencati tutti gli interventi documentati che questo TDM ha fatto per i malati oncologici del P.O. di Casarano:

 

 

 

 

 

 

  • 19.04.2001     Incontro tra TDM e Direzione Generale Maglie

  • 11.12.2003     ns. nota inviata anche al dr. Serravezza

  • 01.03.2004     ns.monitoraggio presso day hospital

  • 02.03.2004     ns. nota su grave situazione oncologica

  • 09.03.2004     incontro tra TDM - Direzione Generale – Direzione Sanitaria P.O. Casarano

alla presenza delle dott.sse oncologhe Elia e Serrano

  • 09.03.2004     lettera aperta del TDM ai pazienti oncologici

  • 12.03.2004     ns. intervento riportato su Gazzetta del Mezzogiorno e Quotidiano di Lecce

  • 15.03.2004     risposta alla ns. nota dell’Assessorato alla Sanità della Regione Puglia

  • 20.03.2004     pubblicazione integrale lettera aperta su IL GALLO

  • 11.06.2004     ns. sollecito al Direttore Generale per miglioramenti promessi

  • 15.09.2004     incontro tra TDM e Direzione Generale Maglie all’o.d.g. Oncologia

  • 20.12.2005     nota del dr. Serravezza

  • 21.12.2005     ns. interessamento

  • 28.01.2006     risposta del Dirigente Sanitario P.O. Casarano alla nota del dr.Serravezza

  • 31.05.2006     ns. intervento situazione attuale.

 

Dopo il famigerato servizio di RAI 3 sono intervenuta personalmente presso il Dr. Serravezza per comunicargli che il TDM era accanto ai pazienti, ma mi è stata chiusa la comunicazione.

 

         Desidero sottolineare che la mole di lavoro svolta dal TDM è eseguita da volontari con spirito di gratuità, abnegazione e amore, a totale beneficio dei malati e di riflesso anche delle strutture e di tutti gli operatori che a vario titolo vi lavorano, per cui penso sia giunto il momento di cominciare a fare una seria valutazione degli obiettivi che effettivamente si vogliono raggiungere: prima di tutto curare i malati nel rispetto della loro dignità!

 

Al Presidente della nostra Regione Puglia, la cui presente è diretta per conoscenza, mi permetto di chiedere chiari segnali di cambiamento di rotta, dando il via ad azioni di responsabilità, verificando se effettivamente il cittadino è al centro del sistema o piuttosto sia il contrario.

La percezione dei cittadini è che nulla sia cambiato, perché chi sbaglia continua a rimanere al suo posto, chi rincorre poltrone o fette di potere viene accontentato, chi invece merita è agli ultimi posti della graduatoria, continuando a dare lustro e onore alla professione medica senza clamore, molto spesso e sempre più spesso, cinicamente svolta per l’arricchimento personale.

 

Il perdurare di violazione dei diritti di questi malati, di situazioni incresciose come quelle che hanno visto malati oncologici manifestare addirittura per strada, quando poi ci sono i tavoli di concertazione intorno ai quali è doveroso far sedere tutti i soggetti sanitari, politici, sociali, sindacali, del mondo del volontariato, di categoria, ecc. e dove discutere e risolvere civilmente i problemi di interesse generale e per il bene comune, costringerà questo TDM ad investire la Procura della Repubblica al fine di accertare eventuali responsabilità e omissioni.

 Con l’occasione, a nome personale e di tutti i volontari del TDM, porgo Cordiali Saluti.

 

             A. Maria De Filippi

Coordinatrice Territoriale AUSL LE2