TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

UN SUCCESSO

"CONTATTO DIDATTICO"

di Alberto Nutricati, Casarano 28/09/04

 

Ha riscosso una grande successo il seminario musicale “Contatto didattico” organizzato dall’Associazione culturale Amèdia e svoltosi nel pomeriggio di ieri presso l’Auditorium comunale di Casarano.

Il seminario, tenuto da due maestri del virtuosismo chitarristico, Salvatore Russo e William Stravato, era al suo quarto ed ultimo appuntamento nel Sud Italia.

Dopo Catanzaro, Salerno e Taranto, l’incontro didattico ha fatto tappa a Casarano, dove Russo e Stravato hanno ipnotizzato con le loro tecniche e la loro creatività musicale i giovani chitarristi accorsi da tutta la provincia.

I due maestri, in seguito all’enorme successo del loro cd “Contact”, distribuito, prima volta in assoluto, assieme alla più importante rivista chitarristica italiana “Axe Magazine”, hanno esposto in maniera semplice e con estrema naturalezza le moderne tecniche chitarristiche, quali il tapping, lo sweep picking, il bending, il legato, etc., con dimostrazioni pratiche e, soprattutto, coinvolgendo i giovani e promettenti chitarristi presenti, alcuni dei quali si sono cimentati, senza sfigurare, in futuristici duetti con i due maestri.

I due musicisti hanno proposto, inoltre, alcuni brani del cd “Contact”, in cui tutte le moderne tecniche esecutive si fondono in virtuosismi ai limiti delle capacità umane, creando atmosfere surreali e giochi di suoni dalle forti tinte.

«Nonostante i pochi mezzi di cui disponiamo – ha dichiarato Alessandro Astore, presidente dell’Associazione Amèdia – abbiamo voluto fortemente che Russo e Stravato venissero a Casarano. Il nostro obiettivo è quello di cercare di portare la musica moderna in un ambiente che, benché povero di stimoli, ha molta fame di questo tipo di musica».

Ed intanto già si pensa alla terza edizione del Jam Fest, il festival nazionale organizzato da Amèdia e rivolto alle giovani band con tanta volontà (e spesso altrettanta qualità), ma con poco spazio a disposizione.