TuttoCasarano

Lo spazio web a disposizione dei cittadini

Home page

La vita Politica

Lo sport

Cultura

Succede in città

Informazioni turistiche

la nostra E - mail

.

UN GRAZIE DI CUORE AL REPARTO DI MEDICINA DELL'OSPEDALE DI CASARANO

di Eugenio Memmi, Casarano 02/07/04

 

 

Per una serie di problemi di salute, mio padre è stato costretto al ricovero presso l’Unità Operativa di Medicina Interna dell’ospedale di Casarano, diretta dal primario, il dott. Luigi Sansò. Vorrei ringraziare pubblicamente, tramite questo sito, l’operato di questo straordinario medico, dei suoi colleghi e del personale infermieristico che hanno permesso una serena degenza e soprattutto  la diagnosi di una patologia che ha fatto di tutto per nascondersi. E’ un esempio di buona sanità, e mi sembra giusto rilevarlo, visto che il nostro sistema sanitario è al centro dell’attenzione solitamente per esempi di malsanità. Quello che mi ha colpito favorevolmente, è stata la pazienza e l’umiltà con cui il primario si pone davanti ad ogni paziente. In un certo senso, un metodo di lavoro controcorrente, poiché i primari oggi sono chiamati ad essere dei medici,  dei manager, che hanno l’obiettivo si di curare dei pazienti; ( io preferisco l’espressione “prendersi cura”), ma anche di far quadrare un bilancio economico nella conduzione del reparto. Così, finiscono col rimanere incosciamente schiacciati dalla frenesia di dare una diagnosi nel più breve tempo possibile per non uscire fuori dalle tabelle statistiche con cui poi i ricoveri vengono virtualmente remunerati, e che contribuiscono a quel bilancio positivo o passivo di un reparto. Il dott. Sansò, persona dal grande buon senso, non è affatto schiacciato da questo sistema, mettendo sempre e comunque al centro il bene del paziente che a volte coincide con i tempi imposti dalla burocrazia, a volte no,  perché la medicina non è matematica anche se la statistica è una regola da tenere come riferimento. Solo chi si trova da entrambe le parti, e questo è il mio caso, può comprendere e apprezzare meglio certi comportamenti. Per tale motivo, mi sento veramente onorato di lavorare presso questo ospedale e sapere che il reparto di Medicina è diretto da una persona valida professionalmente e umanamente, che ti accoglie nel suo studio alzandosi in piedi, porgendoti la mano per darti il benvenuto, mettendosi a disposizione con grande semplicità per il bene del paziente.