.

WILLIAM INGROSSO

   
Sindaco dal 24/12/1994 al 02/02/1999

          

 Il 2 Febbraio 1999, travolto dalla sua stessa auto, parcheggiata appena un attimo prima (senza marcia innestata e senza freno a mano), muore il sindaco di Casarano William Ingrosso, medico. Avrebbe compiuto 44 anni il 28 Febbraio 1999. La dinamica dell'incidente è singolare quanto incredibile. Ore 18.45 circa, Ingrosso, arriva con la sua "Punto" nel piazzale antistante la casa dell'industriale Antonio Filograna (cui doveva far visita) scende dall'auto e si avvia a piedi verso l'ingresso, ma proprio mentre sta scendendo alcuni gradini, la stessa auto (evidentemente parcheggiata senza marcia e senza freno a mano) lo travolge alle spalle, schiacciandolo. Soccorso e trasportato in ospedale, spira nella stessa serata dopo due ore. Le sue cornee, per volontà della moglie Dott.ssa Leda Schirinzi, vengono donate; è l'ultimo "regalo" del sindaco buono.

2 febbraio 2001 secondo anniversario
2 febbraio 2002 terzo anniversario
2 febbraio 2003 quarto anniversario

2 febbraio 2004 quinto anniversario

2 febbraio 2005 sesto anniversario
2 febbraio 2006 settimo anniversario
2 febbraio 2007 ottavo anniversario
2 febbraio 2008 nono anniversario
2 febbraio 2009 decimo anniversario

02/03/08 "L'uomo che trascinava il vento". Un libro per ricordare William Ingrosso

L'immatura scomparsa di William Ingrosso,  ha rappresentato per Casarano, una perdita immensa. La sua figura di sindaco era sentita dai casaranesi in maniera del tutto particolare, per le sue grandi qualità umane e morali, che avevano  fatto breccia nel cuore di tutti. La tragica dipartita, ci ha fatti sentire orfani di una figura che dava tranquillità, perchè la gente sapeva che il "suo" sindaco mai li avrebbe traditi. Sindaco, medico, amico di tutti, se grande è stata la perdita, sicuramente grande è stato ciò che lui ci ha insegnato e donato, e se a distanza di tempo, l'affetto per lui invece di affievolirsi, cresce, e questo qualcosa vorrà dire. Non c'è casaranese, che non pensi a William Ingrosso, come al fratello maggiore, quello sempre pronto ad aiutarti, che non chiede il perchè, discreto, e disponibile sai che è sempre li. Aver avuto per sindaco una persona come lui, è stato quanto di più bello si poteva desiderare. Certo, agli inizi della sua  carriera politica, poco esperto, ha pagato il giusto prezzo, ma umilmente ha  accettato i consigli di tutti. Con il passare del tempo, imparava i vari meccanismi della politica, se non ci avesse lasciato, avrebbe fatto sicuramente.... il sindaco di Casarano per sempre.

Eugenio Memmi

 

17/03/03 LA SALMA DI WILLIAM INGROSSO RESTERA' A CASARANO